domenica 7 settembre 2014

Iron Man 3

Titolo: Iron Man 3
Regia: Shane Black
Anno: 2013
Genere: supereroi, azione
Cast: Robert Downey Jr., Gwyneth Paltrow, Don Cheadle, Guy Pearce, Rebecca Hall, Jon Favreau, Ben Kingsley, Paul Bettany, William Sadler, James Badge Dale

La trama in breve:
Sono passati più di dieci anni da quando, nel corso di una serata in Svizzera, il miliardario genio-e-sregolatezza Tony Stark s'intratteneva con la bella Maya Hansen e lasciava sul tetto, in vana attesa, il visionario Aldrich Killian, desideroso di contare Stark tra le fila degli scienziati da lui diretti. Intanto, dal Medio Oriente, un terrorista senza scrupoli, detto il Mandarino, dopo aver seminato panico e morte in diverse zone degli Stati Uniti d'America, mira sempre più esplicitamente al Presidente, ma passa prima da villa Stark, radendola al suolo. In pena per la sicurezza di Pepper e in preda a crescenti e fino ad ora sconosciuti attacchi di panico, Iron Man si ritrova chiamato all'azione su più fronti, proprio nel momento di massima debolezza. (fonte mymovies)

Il mio commento:
Ordunque, eccomi ancora una volta a ciarlare di un film sui supereroi, pellicole che regalano sempre un discreto divertimento e buoni incassi per chi li realizza. Nella fattispecie, Iron Man 3 risulta tra quelli che hanno incassato di più nella storia del cinema - si parla di 1,2 miliardi di dollari - per cui, ne deduco, deve essere anche discretamente interessante e fatto bene ^__^
In effetti non mi chiamo deluso dalla visione dell'ennesima fatica marvel con Robert Downey Jr.: il film ha ritmo, verve, c'è tanta azione, qualche momento scanzonato, innumerevoli effetti speciali, emozioni spicciole...un blockbuster in piena regola che riesce a intrattenere e a incollare alla poltrona i ragazzi di ogni età. Questo soprattutto per via di una trama che introduce alcuni elementi degni di nota, come la crisi personale che sta vivendo il protagonista, le tante e differenti versioni delle armature di Iron Man e la presenza della minaccia del terrorismo riassunta nella figura del Mandarino e del villain Aldrich Killian. 
Se da un lato mi son divertito e ho apprezzato il film, d'altro canto sono un appassionato di questo genere di "cose", devo però confessare che ci son stati molteplici elementi che mi hanno dato da pensare o convinto poco e altri che invece hanno fatto la differenza nell'elevare il livello di questo Iron Man 3. 
Ad esempio la sostituzione del regista storico della serie, Jon Favreau - che comunque appare pure in questo terzo capitolo ma finendo in coma -, in favore di un Shane Black parrebbe aver contribuito a migliorare la narrazione, conferendo un minimo di solidità e coerenza e concedendo maggior tempo per lo sviluppo dei personaggi. Non nego comunque di aver sentito un certo rimando ai Batman di Nolan per come si è voluto gestire i cattivoni e le caratterizzazioni.
Accennavo però anche alla presenza di elementi che mi hanno lasciato perplesso. 

Passi per le armature di Iron Man che si adattano alla perfezione a qualsiasi corpo (alto, basso, uomo, donna...), la stessa medesima intendo, o alla facilità con cui chiunque la riesca a padroneggiare nonostante la modalità prevista per indossarle sia migliorabile assai.
Passi per le classiche forzature che permettono lo sviluppo della trama, tipo Iron Patriot che sale a bordo dell'Air Force One senza un minimo di controllo e poi si scopre - t'oh! - che dentro c'era un terrorista e non quel simpaticone di Don Cheadle; oppure le sequenze perdi-tempo per favorire gli sponsor (ad esempio il marchio Sun Oracle, bene impresso sullo schermo durante il dialogo tra Tony Stark e un signor-nessuno all'interno di un furgone della tv) o per far emergere il lato supereroistico del protagonista (parlo della sequenza con il salvataggio dei 13 dispersi dell'Air Force One, nonostante venga accennato al fatto che l'armatura poteva portare al massimo 4 persone...mah....) lunghissima e inutile, come se ce ne fosse bisogno dopo 2 puntate della saga e 1 film con gli Avengers. Posso anche soprassedere sul cambiamento repentino di certi personaggi (vedasi Virginia "Pepper" Potts) in situazioni disperate o anche per altre inezie, vedi la sequenza stile MacGyver nella quale Tony si crea delle armi con oggetti comuni o il riconoscimento di Killian ("ti ricordi di lui?" "Ma certo, incontrato per 5 secondi 15 anni fa, ad una festa. Ed ero pure mezzo sbronzo...."), ma per altri aspetti rimango invece molto basito.
In primis, la minaccia rappresentata da un mega terrorista lasciata al solo Iron Man quando era possibile coinvolgere anche altri supereroi (non contiamo, per favore, Iron Patriot che si cimenta in squallidi siparietti in Medio Oriente...). Gli stessi grandi supereroi che se ne sbattono altamente quando Tony Stark viene preso di mira dal Mandarino e dato per morto. Begli amici, insomma...tanto più che il dottor Banner compare nel cameo finale in veste di "assonnato psicologo" di Iron Man.
Idem con patate per lo S.H.I.E.L.D.: possibile che non si sia mosso nessuno, neanche l'ultimo degli sguatteri, dopo che viene meno una risorsa come Iron Man??? 
E i media? Un articolo di giornale? Un servizio tv commemorativo? Un monumento? Un funerale?
Niente.
Evidentemente stavano tutti attendendo la lettura del testamento di Tony Stark sperando di ereditare parte del suo immenso patrimonio. Tanto, figli non ne ha, e nemmeno maggiordomi ...
D'altronde, mica è morto :-)
Lo sanno tutti...o no? Che poi, se fai credere agli spettatori che dei personaggi importanti non muore mai nessuno - tranne il cattivo - finisce che nemmeno il pasticcio del salvataggio mancato di Miss Pepper risulta credibile. Magari ci si poteva cascare se Tony si fermava a piangere, se si proponeva un carosello di immagini per far trasparire il dissidio interiore dell'uomo Iron Man, se ci si concentrava sul dolore della perdita...
Invece, come sempre accade in questi casi, sono la spettacolarità e l'azione a farla da padroni.
E che dire dei cattivoni, invece? 
Premesso che non sono un lettore dei fumetti di Iron Man ma basta un minimo di googling per scoprire delle inquietanti differenze rispetto alla storia scritta su carta:
a) Aldrich Killian (Guy Pearce) contribuiva alla creazione del virus tecno-organico Extremis, lo vendeva a dei cattivoni, e poi si suicidava; nel film invece è un fico, uno scienziato, un terrorista, uno psicopatico, un essere che si rigenera e sputa fuoco e che controlla un manipolo di mercenari-stagisti potenziati dal virus oltre che uno squallido Trevor Slattery (Ben Kingsley), l'attore che si finge il Mandarino  °__°  
b) il Mandarino ha origini cinesi ed è un mega super criminale dotato di tecnologia aliena, esperto di arti marziali e con svariati poteri, un tizio tosto assai insomma ... mentre nel film è ridotto ad un mero attore che si spaccia per capo dei terroristi e che recita secondo copione fornito da Killian °__°
Perché, dannazione, perché ogni qualvolta viene realizzato un film sui supereroi bisogna necessariamente fare cagate o apportare insensati stravolgimenti alle storie già narrate?
O si crea qualcosa di completamente nuovo o si cerca di rispettare la storia proposta.
Nei limiti del possibile, ovviamente. E questo è possibile, mi sembra, vedasi quel piccolo capolavoro che è stato Watchmen di Snyder.
Capisco poi la volontà di giocare con l'elemento "terrorismo", che fa sempre molta presa a livello mediatico, però almeno cerchiamo di far rientrare il tutto in un contesto rispettoso del fumetto. 
Tra l'altro, perché diamine il cinese Mandarino mi diventa una sorta di arabo Osama Bin Laden??? 
Amen, meglio non approfondire ulteriormente...
Per fortuna avevo il cervello in modalità off e ho accettato senza problemi quanto proposto lasciandomi conquistare dagli straordinari effetti speciali visivi, dallo sviluppo della trama e dalle spettacolari evoluzioni di vari Mark. 
Peccato comunque che la saga sia arrivata al termine. Ma sarà davvero così? i
Non nascondo che, in fondo in fondo, Tony Stark mi piaceva assai come personaggio e che confido torni sugli schermi cinematografici, ancora una volta impersonato dal bravissimo (e pagatissmo) Robert Downey Jr.. 
Non resta che attendere quel che accadrà con Ultron e il nuovo capitolo degli Avengers :-)



Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...