sabato 29 marzo 2008

..:: Blocco ::..

Dopo un post relativo ad un programma televisivo censurato, cioè "bloccato" mi vien naturale scrbacchiare due parole su un argomento simile.
Cioè, il blocco del traffico a Padova previsto per domani, 30 marzo.
Evvai! Grande idea!!
Peccato che io debba andare in ospedale a trovare la mia ragazza.
Ma non si poteva organizzarlo un'altra volta sto blocco del traffico? Magari un bel lunedì o - perchè no? - un bel mercoledì.
Che senso ha un'operazione del genere, dico io? Ok, forse io sono un po' di parte perchè mi complica la vita e basta, ma in ogni caso ci rifletto e non trovo un senso particolare a quest'operazione.
Mi pare una mossa abbastanza ipocrita. Come l'iniziativa per un'ora di buio (prevista per oggi).
A cosa serve, mi domando? A metterci a posto la coscienza? A far vedere che qualcosa si fa per l'ambiente? Tanto, sinceramente, l'ambiente se ne frega. La Natura va avanti lo stesso, con o senza uomo, con o senza queste attività.
Semmai siamo noi che dobbiamo preoccuparci di sopravvivere o di adattarci all'ambiente che stiamo creando. E se l'intenzione è quella di avere aria sempre più contaminata, cibi sempre più edulcorati ed energia ricavata unicamente da forme di combustibile fossile...beh, conviene avviare le sperimentazioni per le mutazioni genetiche. Qualcosa tipo X-Men. Ve lo immaginate uno stuolo di Wolverine che fanno la fila alle poste?
Di conseguenza, anzichè perder tempo con ste vaccate delle giornate ecologiche, perchè non fare qualcos'altro?
Per esempio:
- imparare a sprecare di meno: si potrebbero usare borse portate da casa per la spesa al supermercato anzichè usare quella che offrono in cotali luoghi; usare bottiglie di vetro anzichè di plastica; non lasciare televisori "semi spenti" o accesi ma non guardati...
- organizzare i trasporti: siccome i trasporti pubblici fanno schifo, perdonate la volgarità, tentare di andare al lavoro anzichè uno per auto in più d'uno per auto. Magari offrire agevolazioni alle aziende che promuovono il dialogo tra i dipendenti o che si adoperano affinchè si formino "squadre" per gli spostamenti; smetterla di vendere jeeponi e macchine che occupano 12 posti al parcheggio e che, se va bene, fanno 1 km con 5 litri di benzina...
- pretendere dai politici (apro una prarentesi: i politici che, lo ricordo ai nostri amici telespettatori, ci rappresentano e che non dovrebbero star al governo a sparare cazzate da mattino a sera...tipo Veltroni: a fianco dei lavoratori e dei precari. Ma se non hai mai lavorato in vita tua? E soprattutto...perchè avete appoggiato la legge 30 allora?) un piano energetico, quella cosa che un governo serio che pensa ai propri cittadini e al loro futuro pensa a creare. Ah, un piano energetico serio e non cagate come "il carbone è bello / il nucleare è wow".
Cioè, quello che voglio dire, non cambia una beneamata mazza grazie a giornate del genere. Ci si prende solo per i fondelli.
Un centro senza auto tutti i giorni, per dire, dovrebbe essere un progetto per un comune, non un'iniziativa sporadica. Se l'abitudine indotta è quella di usare solo e assolutamente l'auto, questa va cambiata. Ma non con iniziative del genere, con piani organizzati che prevedano il potenziamento dei mezzi pubblici, l'ampliamento delle corsie per i pedoni e le biciclette e la conseguente riduzione di parcheggi e strade. Cose del genere insomma. In fondo, se inquiniamo 365 giorni all'anno, non penso che smetterla con questo vizio il 366° comporti un cambiamento esagerato.
Che poi, altra cosa che pensavo: i fumatori, inquinano più degli altri? Cioè, fumare equivale a "contaminare" oppure no? Perchè in tal caso forse arriverà anche l'occasione di giornate "senza fumo". O no?

giovedì 27 marzo 2008

..:: Decameron e tv ::..

Sono un po' cotto, lo ammetto, ma ugualmente scrivo.
Magari poco, tuttavia ho voglia di buttar giù due righe.
All'inizio volevo parlare di altro, tipo del fatto che domani Silvia si opera e che nel weekend andrò su e giù tra casa mia e l'ospedale di Padova, ma poi ho cambiato idea. Anche perchè sennò mi agito un poco. Non è che abbia niente di grave, per carità, però un po' (tanto?) sono apprensivo di mio e finisco con l'impensierirmi.
Per cui, cambio argomento e parlo d'altro.
Ad esempio di Thomas Beatie? Notizia che potete trovare qui ma che mi lascia un po' perplesso e nulla di più. Chissà perchè ho il sospetto che nel mondo esista anche di peggio...cioè, per carità, non è normale, ma temo ugualmente ciò che non conosco e ciò che reputo sia in grado di fare la scienza moderna.
Tralasciando questa notizia, sorvolando addirittura sul robot in grado di massaggiare il seno, pensavo quindi di spendere due parole su Decameron. Non mi riferisco all'opera del Boccaccio ma al programma televisivo di Daniele Luttazzi, trasmissione che è andata in onda per qualche settimana prima di venire "censurata", diciamo così.
Beh, ho recuperato da internet le varie puntate e ho iniziato a vederlo. E devo dire che l'ho trovato molto buono come spettacolo televisivo, divertente, irriverente, potente. Certo, star dietro a Daniele non è facile: è una raffica di parole, pensieri, battute e constatazioni che non è semplice seguire. Ma di certo scuote, agita.
Mi piace infatti come il comico giochi con le nostre percezioni, con quello che crediamo di sapere. Sulla Chiesa ad esempio, sul governo, sull'economia.
Mi son piaciuti i siparietti un po' surreali e forse un tantino macabri con cui ha portato in scena, ad esempio, un serial killer che ha perso il conto delle proprie vittime ma che ciononostante continua ad essere corteggiato ed assillato dalla stampa e dai media. Oppure "A Babbo Morto", una specie di sit com in cui ha fatto imbalsamare il proprio padre ormai defunto. Come a dire che i giovani moderni di oggi sono molto meno maturi di quanto ci si aspetta, troppo legati alla casa, incapaci di staccarsi dai familiari e costruirsi una vita autonoma. Forse anche per via del precariato cui non rinuncia di denunciare e condannare. Come allo stesso tempo fa nei confronti dei giornalisti che assecondano il potere, che cedono alle lusinghe di questa o quell'altra fazione e smettono di fare informazione. Informazione che a tratti colma lo stesso Luttazzi, citando fatti e parole di politici e potenti nostrani.
Belle e impietose poi le sequenze, a mo di pubblicità progresso, sulle nostre "missioni di pace" in terra afghana (queste non sono bombe, queste non sono persone che piangono la morte dei propri cari, queste non sono rovine, questo non è un uomo carbonizzato...).
Insomma, un programma che, per quanto difficile da cogliere e apprezzare in tutte le sue sfumature, non si risparmia nulla. E parla e dice e trasmette e scuote.
Una trasmissione televisiva quindi che non gioca sugli effetti speciali, sul trash, sugli ospiti importanti ma che riesce a colpire. O, per lo meno, a me ha fatto questo effetto. Ci credo quindi che sia stato "sospeso".
Mica siamo in un Paese in cui si può fare un uso simile della televisione, un uso criminoso direi! E che diamine!
A parte che, da quel che pare, gli artefici dell'epurazione del programma in onda su La7 in novrembre sono da cercare altrove...diciamo che sembra essere gente di chiesa. In fondo la prima multinazionale del mondo, come la definisce lui, è spesso presente nei discorsi del Luttazzi nazionale.
Ad ogni modo, qualunque sia il vostro credo, qualunque siano le vostre ideologie, l'invito lo rivolgo a tutti quanti voi: scaricate e diffondete!!

Ecco i torrent reperibili su TntVillage: puntata 1 , puntata 2, puntata 3, puntata 4, puntata 5


PS: lo so che non c'entra una mazza con il post precedente ma non ho resistito alla tentazione. Per tutti gli amanti del genere, quindi, beccatevi sto giochetto di Ken Shiro

martedì 25 marzo 2008

..:: Condannato & cinema ::..

Uffffffffff...ufff e ufffff....
Mi sa che il titolo della mia opera si sia dimostrato profetico. Di cosa sto parlando? Ma del mio "Condannato - Non vita" edito dalla Runde Taarn Edizioni. Aspettavo con ansia il momento di vedere il risultato di questo "esperimento" e...beh...sono perplesso.
Passi per le innumerevoli mail a cui mai ho avuto risposta. Passi il fatto che non venga detto quando esce il suddetto libricino. Tralasciamo pure il fatto che sulla copertina non ho avuto diritto di parola (come già accennato qui) e che quella proposta sul sito e quella che invece posso ammirare hanno colorazioni diverse. Ma non passi il piccolissimo errore commesso nel proporre le Note alla fine del libricino. Ma dico io...non sono nessuno, lo so, la mia opera è un non nulla nel mare dell'editoria ma, cavolo, non remiamoci contro. Un po' di attenzione in più non guastava mica....chissà che nella prossima edizione le cose vadano un poco meglio.

Spero comunque che qualcuno di voi mi sostenga un poco e che lo stesso tenti l'acquisto del libretto. 
Dopotutto, dettagli a parte, alla storia ci sono affezionato e vi invito a leggerla e a dirmi cosa ne pensate. Si tratta di un testo breve, di 18 paginette, giusto il tempo di un drink al bar o di un viaggio in treno.

Magari, la butto lì, se le vendite vanno bene la prossima edizione sarà riveduta e corretta e magari proposta con un sistema di vendita porta a porta grazie al sapiente lavoro di un'addetta (di cui abbiamo una diapositiva).
Chi non comprerebbe un libro con una commessa così abbondantemente preparata? Sarebbe un modo gagliardo per rilanciare il piacere della lettura, no? E poi, che lo sappiate o meno, anche la signorina della foto ha pubblicato un libro. Una biografia per l'esattezza...la sua!! (E non venite a dirmi che non sapete chi è solo perchè qui indossa i vestiti...)
Tra l'altro, giusto stamattina mentre andavo al lavoro (in uno stato simil comatoso...) pensavo a quanto sarebb bello aprire un parco con al centro, su una collinetta strategica, una bella libreria. Trascorrere una giornata all'aria aperta in compagnia di un buon libro, ogni tanto, credo non sarebbe male.
Così come, ogni tanto, non sarebbe male che gli scenggiatori dei film bevessero e si ubriacassero DOPO e non prima di accordarsi sulla trama di certe produzioni.

Probabilmente alcuni film migliorerebbero sensibilmente, forse non fino al punto da eguagliare IL film per eccellenza (Bambi) ma come minimo il suo seguito (La vendetta di Bambi: il cerbiatto malvagio venuto dallo spazio!). Comunque sia, oggi ce l'ho con chi ha concepito la trasposizione cinematografica di Mutant Chronicles, il gioco di carte a metà tra l'RPG e la fantascienza spiccia che tanto ho amato e odiato al tempo delle medie. Già, ricordo ancora la trepidazione che anticipava l'apertura delle buste con le carte della serie "Doomtrooper". 
Confidavo nella buona sorte per trovare una carta rara che mi permettesse di avere un vantaggio sui miei amici/nemici di carte. Ed ecco che mani avide si avventano sulla busta, aprono l'involucro, lacerano, distruggono, liberano...la carta rara brilla di luce propria...una musica celestiale si diffonde dall'alto dei cieli e, a caratteri infuocati, appare il nome della rarità da me trovata. Mitch Hunter. Il guerriero Capitol per definizione. Capacità di attacco nel corpo a corpo: 4. Capacità di attacco negli scontri a fuoco: 7. Capacità difensiva: 7. Valore: 7. Proprietà uniche: l'immunità ai doni dell'Oscusa Simmetria! Evvai! ...peccato che sia il quarto che trovo...mi sa che la buona sorte sia stata un po' stronza...e anche con Mitch Hunter quando si è trovato a combattere sotto i miei ordini contro il Bio Gigante del mio amico Alex!!!

Ad ogni modo, hanno deciso di girare un film su codesto RPG cartaceo.
Ne avevo sentito parlare e un brivido freddo mi aveva solleticato la pelle della schiena.
Quindi, dopo essermi spostato dalla corrente d'aria formatasi tra la porta del corridoio e della cucina, ho deciso di confermare queste voci.
Ed eccallà, l'ennesimo trailer che mi fa esclamare "ma peeeeeerchèèèèè?". Ma che è quella roba? Ma cosa l'è? Almeno i cattivoni un po' ricordano l'oscura legione...però non si capisce niente. In ogni caso spero che almeno John Malkovich sappia quel che rischia...dopo quel che è successo con Eragon..beh...mi preoccupo per lui. Poraccio, sta smarrendo la retta via...

Un attore invece che sembra aver trovato la sua strada (notare il sapiente uso della tecnica: jumping from pals to frascas) è Steve Carel : di recente l'ho visto in "Un'impresa da Dio". Io e Silvia l'abbiam visto qualche giorno fa e devo dire che è un film carino, scanzonato. Non come il precedente, "Bruce Almighty", ma comunque piacevole da vedere, con un modo tutto suo di parlare di ecologia e di attenzione alle apparenze. Dopotutto, quel che conta è la sostanza no? Non tanto l'esteriorità delle vesti o la bellezza dell'arca ma quanto il senso che ha portarle o il messaggio di salvezza che essa rappresenta. Un po' come non dovrebbe aver tanta importanza la copertina di un libro (scusate, ma in qualche modo dovevo pur chiudere questa faccenda...) ma il testo di cui esso è costituito ^__^


PS: tornando a Mutant Chronicles, l'ennesimo film che vede contrapposti l'esercito degli umani "normali" e l'esercito degli umani "mutanti, brutti e cattivi": perchè nessuno mai ipotizza un film incentrato sulla drammatica sfida a "chi mangia più hamburger" combattuta tra l'esercito dei peluches morbidosi e teneroni e quello dei terminator assassini del futuro? Sarebbe senza dubbio più divertente...

martedì 18 marzo 2008

..:: Sul rettilineo dell'umanità ::..

Prendo in prestito quest'espressione dalla canzone "Buco nero super massiccio" di Elio e le storie tese solo per introdurre il tema di questo post.
Sarà l'appropinquarsi della Pasqua, sarà l'avvento della primavera e di un camabiamento, in ogni caso oggi mi son arrivati, da due persone diverse, due email con argomento religioso. Una prima relativa alla morte di Gesù, un powerpoint che mirava a descrivere la passione di Cristo, e una seconda riguardante il capodanno Baha'i, una "testimonianza" da parte di una ragazza che conosco solo di nome e di indirizzo mail. Premetto che dal basso della mia ignoranza (come diceva il caro buon Squitieri al liceo, in fondo sono un nanetto mentale a cavallo di un bradipo...) non sapevo nulla del Bahaismo e devo dire che leggere qualcosa al riguardo mi ha fatto solo che bene.
Già, mi ha aiutato a riflettere un poco sulla mia di fede. Sul mio credo.
In fondo, a parole, è facile dirsi professanti di questa o quell'altra religione ma poi, alla luce dei fatti, vivere la propria fede, rendere testimonianza, è tutt'altra cosa.

Ho fatto un po' d'ordine quindi, giusto una spolverata dentro di me per capire come la penso, anzi, come vivo certe dinamiche interiori. 
Io sono cristiano cattolico, però allo stesso tempo devo ammettere che ne so così poco del mondo, ne so così poco che forse sono un credente per inerzia. I miei nonni sono cristiani cattolici, i miei sono cristiani cattolici e io, nato e cresciuto in un paese da sempre strettamente legato alle vicende della Chiesa cattolica, professo la medesima fede.

Cioè, sono battezzato, ho ricevuto i sacramenti, qualche volta vado a messa, di tanto in tanto mi ricordo di pregare...insomma, non sono proprio un credente doc.
Però con questo non voglio dire che io non mi sforzo di adoperarmi per il prossimo o cose del genere. Semplicemente, voglio dire, che un po' mi sento condizionato. E al contempo che ne so ancora così poco sulle religioni del mondo.
Dopotutto, chi ci pensa alla fede? Chi "spreca" del tempo per coltivare il proprio io spirituale? Esiste questo io spirituale? Ce l'abbiamo davvero dentro un'anima, una voce, un frammento di infinito, qualcosa insomma che ci spinge all'assoluto? Oppure possiamo farne a meno? O forse, semplicemente, non esiste nulla, è solo condizionamento.
Basta venerare il dio progresso. Oppure il dio denaro. L'uomo. Il corpo. Sono queste le divinità che più si fanno sentire oggi giorno. I nuovi culti moderni.
E per tutto il resto non c'è più spazio.
Nemmeno per ricordarsi di quei culti che ancora oggi si sforzano di trasmettere qualcosa. Ancor peggio per quelli ormai sono estinti: dopotutto potrebbero comunque essere validi anche oggi, o no? Son stati sostituiti, possiamo dire così, ma chi può effettivamente dire che il culto degli dei greci, per dirne una, fosse totalmente infondato? Se aiutano a mantenere vitale una parte di noi, se ci spingono al bene, al prossimo, a cercare...benvengano!
Peccato invece che oggi di tutto questo ci hanno insegnato a farne a meno. Meglio credere in altro, in qualcosa che sia più incline con le leggi di mercato. Amare il prossimo? Ma daaai, e come la mettiamo con la concorrenza? Con la dura legge del compravendita? Con il tentativo di fregarsi a vicenda clienti e appalti?
Oppure lo spirito di carità: ma stiamo scherzando??? No no no, assolutamente, inconcepibile! Sia mai che qualcuno regali qualcosa...al limite...per indurti in tentazione.
E non parliamo del culto della natura!! Roba da far drizzare i capelli in testa!! La natura è risorsa, non è Madre. Al limite è una pu$$ana quando si sfoga...
Quindi, tornando al discorso condizionamento, se da un lato posso dire di sentirmi condizionato nella mia scelta di fede, come posso considerare "condizionante" la visione che la Chiesa ha di certi aspetti della vita (il sesso, l'aborto, la morte, la diversità, il denaro..), allo stesso modo mi dimentico di quanto il sistema in cui quotidianamente sono immerso giochi con le mie percezioni ed il mio credo.
E non penso che questo secondo tipo di indottrinamento sia migliore di quello operato dalle varie religioni di questo mondo.
Anche perchè, credo, nel caso della fede non si dovrebbe intendere il tutto in quest'ottica. Tutt'altro. Solo che ce se ne dimentica troppo spesso e di conseguenza anzichè come strada, come insegnamento, la religione diviene solamente un fardello, un peso. Qualcosa di cui è meglio fare a meno. Qualcosa che diventa ancora più difficile testimoniare e tramandare. Soprattutto perchè il tutto dovrebbe nascere come ricerca, l'avveicinamento alla fede ed il suo viverlo dovrebbe essere un processo che scturisce da dentro di noi, un costante movimento alla ricerca di risposte. Un mettersi a nudo di fronte al creato, dinnanzi alla vita e al mistero della morte. Una ricerca.
Ma che senso può avere cercare se ormai siamo abituati ad avere senza nemmeno chiedere?
Forse servirebbe qualche prova "forte", apparizioni demoniache, possessioni, guarigioni miracolose, apparizioni di creature angeliche, cieli che si aprono, pioggia di manna dal cielo, locuste...
E per assurdo, anche nel caso comparisse qualcuno in grado di eserciare miracoli mi immagino già come andrebbe a finire: il nuovo messia rapito nel gorgo del gossip, atteggiato da vip, ospite nei tlk show più in voga... O anche peggio...qualcosa tipo Jesus Christ Vampire Hunter °___°
Ad ogni modo, vabbè, ho detto fin troppe cavolate e tutto per sviscerare il fatto che forse dovrei fare un po' d'ordine dentro di me. E saperne di più sul mondo che mi circonda ^__^

lunedì 17 marzo 2008

..:: Cinque ::..

Cinque mesi...
Già, oggi è il penta-mesi-versario mio e di Silvia.
Ed è una sensazione strana soffermarsi a pensare che sembra di conoscerla da così tanto tempo quando invece sono solo manciate di mesi che ci frequentiamo e stiamo assieme.
Potere dell'amore? Forse.
Anzi, quasi di sicuro ^__^
Questo post lo dedico a lei quindi, recuperando frasi qua e là, parole e "disegni su un foglio di carta, suoni nell'aria" da dedicare a Silvia.
Giusto un modo per dirle grazie per tutto quello che fa per me, per ciò che mi fa vivere e provare, per la sua pazienza ed il suo amore, per i doni che mi concede: calore, fiducia, affetto, comprensione che solo una persona innamorata riesce a trasmettere.
Come le emozioni che mi ha fatto nascere dentro ieri sera mentre leggevo quella lettera che con tanta passione mi ha scritto...anche se, come le dicevo, adesso mi toccherà citarla in giudizio per danni: chi me lo toglie più il sorriso "ebete" dalla faccia che mi si è stampato mentre, emozionato e commosso, leggevo le sue parole??

La luna entrò dalla porta del mio cuore e senza far rumore lo riempì d'amore...


" Buonanotte Fiorellino " Francesco De Gregori

Buonanotte, buonanotte amore mio
buonanotte tra il telefono e il cielo
ti ringrazio per avermi stupito
per avermi giurato che e` vero
il granturco nei campi e` maturo
ed ho tanto bisogno di te
la coperta e` gelata e l'estate e` finita
buonanotte, questa notte e` per te

Buonanotte, buonanotte fiorellino
buonanotte tra le stelle e la stanza
per sognarti devo averti vicino
e vicino non e` ancora abbastanza
ora un raggio di sole si e` fermato
proprio sopra il mio biglietto scaduto
tra i tuoi fiocchi di neve e le tue foglie di te`
buonanotte, questa notte e` per te

Buonanotte, buonanotte monetina
buonanotte tra il mare e la pioggia
la tristezza passera` domattina
e l'anello restera` sulla spiaggia
gli uccellini nel vento non si fanno mai male
hanno ali piu` grandi di me
e dall'alba al tramonto sono soli nel sole
buonanotte, questa notte e` per te


"Senza di te" J. Keats

Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.
In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.
Mi hai rapito via l'anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.
Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.


"Rimani" G. D'Annunzio

Rimani! Riposati accanto a me. Non te n' andare. Io ti veglierò. Io ti proteggerò. Ti pentirai di tutto fuorché di essere venuta a me, liberamente, fieramente. Ti amo. Non ho nessun pensiero che non sia tuo; non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te. Lo sai. Non vedo nella mia vita altra compagna, non vedo altra gioia... Rimani. Riposati. Nom temere di nulla. Dormi stanotte sul mio cuore...



"Nuova ricorrenza" L. Colombi

Fotografie di ieri ed il sorriso
spontaneo,
l’alba nell’osservarti ancora
sfiorarti col pensiero…
epidermidi
e la cornice riccia
nasconde il movimento,
lento,
umide carezze e sospiranti
baci affamati di noi;
respiro con te
acquamarina dell’anima
ora
cerco solo te.

Specchio di sguardi
rimbalzano passione
intimo desiderio e silenzio d’amore.

Chiuso su di te
è il nostro mondo che nasce
e ci accoglie, ci attende,
ci cresce
per il tempo che verrà.

sabato 15 marzo 2008

..:: La sfiga del quadrifoglio ::..

Una persona qualsiasi, a zonzo nei pressi di un prato.
Lo sguardo si posa distratto sulla distesa di piantine, fiori ed erba verde.
D'un tratto l'attenzione del passante viene catturata da un gruppo di trifogli: è la fine.
Tra di loro, l'uomo ne è certo, chiunque ne è certo, si nasconde un impostore. Una piantina che sembra un trifoglio, ma che in realtà non lo è. Come un ebreo in mezzo agli ariani, un disabile nella società moderna, un malato di aids in un'orgia, una persona onesta in Parlamento...
Da qualche parte, insomma, si nasconde una vittima.
L'attenzione dunque è massima, la ricerca si fa più tosta e agguerrita: dove sei, maledetto, dove sei...
Su da bravo, esci fuori con le foglie alzate...
Lo so che sei lì...non puoi nasconderti in eterno...prima o poi arriverà l'autunno anche per te vedrai..
Avanti cazzo!! Tutti i trifogli con il gambo a terra presto o vi bombardo con il diserbante!!
(ognuno ha i suoi metodi...)

E alla fine...eccolo!!
Una frazione di secondo e la povera piantina è già colta...



Ma ci pensate mai a quanto sfigato è sto povero quadrifoglio?
Sarà pure un simbolo porta fortuna ma, caspita, davvero è una condanna per lui!!
Nasce un po', diciamolo pure, diverso e guarda che destino avverso gli tocca di subire.
Sarà mica normale questa cosa qui. Manco ai tempi dell'Inquisizione c'era un efficienza simile nell'epurare le masse dai pericolosi eretici....
E quindi, forte di questa premessa, io vorrei dire basta allo sterminio dei quadrifogli. Basta alla loro persecuzione! Perchè ogni quadrifoglio ha gli stessi diritti, di fronte a Dio e al mondo, di tutti i suoi fratelli trifogli. Ed è nostro dovere lottare affinchè questi diritti non vengano "colti" e strappati.
Per cui, se anche tuuuuu, vuoi un mondo in cui i quadrifogli, di ogni colore e provenienza, siano liberi di crescere, alle prossime elezioni, vota per me.
Che mondo sarebbe senza quadrifogli!?

giovedì 13 marzo 2008

..:: Notizie ?? ::..

Sono un po' stracco, lo ammetto, però ugualmente persisto e insisto a star qui e a scrivere qualcosa. Silvia si fa presente via sms, mi cerca, mi rassicura, mi coccola a distanza, mi conferma sempre più quanto splendido sia il legame che ci unisce. Io pure faccio altrettanto...in fondo, sono cotto di lei!!! Ah, in confidenza tra noi, abbiam pure prenotato un weekend in Toscana per gli inizi di maggio ^__^ Credo sia quello che ci vuole per riposarsi e rilassarsi un poco. E anche per svagarla dopo un mese, aprile, che di sicuro per lei sarà lievemente ostico.
Ad ogni modo, basta con queste chiacchiere tenere e sdolcinate, non sembro manco io, accecato e "corrotto" dall'amore...
Veniamo alle notizie di cui volevo parlarvi. Sapete che ho rotto una tavoletta di legno oggi a kyokushinkai? E chi se ne frega, direte voi...beh, in effetti...però è stata una sensazione nuova, non prevista e che in parte mi ha stupito. Forse sarà una cosa da niente per molti di voi, però per me è stata una piccola conquista.
Un po' come lo è anche il tempo indeterminato che ho ottenuto nel passaggio ad un nuovo posto di lavoro. Certo, il contratto devo ancora firmarlo ma in ogni caso di qua mi sono dimesso. Devo dire che pure sotto questo aspetto (il primo era il legame con Silvia...lo ribadisco più a me stesso per non perdere il filo che per voi...) sono molto fortunato: non penso che in futuro, partendo da un indeterminato, mi sentirò ancora proporre i famigerati "co co pro".
Ricordo ancora una certa persona - responsabile del personale tra l'altro - che giustificava l'offerta di un contratto a progetto nel seguente modo: "..perchè non esiste più il posto a tempo indeterminato: esiste la professionalità a tempo indeterminato!". "Quindi anche lei..." "ah ah ah...bella questa...no no, non ho un contratto di merda come quello che ti sto proponendo...ehm...cioè, intendevo dire..."
Un po' come la battuta che oggi il Silvio nazionale ha regalato a tutti, quella sui precari. E si candida pure? Ah però...
Immagino comunque che nessun giornalista si sia sbilanciato a dirgli "ma che cazzo dici??"
In compenso l'altro giorno, sempre i giornalisti, hanno creato un falso caso in merito ad una vicenda etica ed umana su cui, credo, dovrebbe esser fatto meno chiasso. Mi riferisco alla notizia di un paio di genitori inglesi che hanno "ipotizzato" che nel futuro della loro figlia ci possa essere la chirurgia estetica affinchè "divenga più normale" e siano meno evidenti sul viso le caratteristiche di una portatrice di sindrome di Down quale essa è. Non hanno deciso di ritoccare la bambina ora, ma non escludono che una volta divenuta maggiorenne possa ricorre alla chirurgia. La notizia passata dai tg non ha messo in luce quest'aspetto, calcando invece la mano sulla scelta, giusta o sbagliata che sia, di ricorrere alla medicina per cambiare una persona, per farla apparire più "normale", quasi volessero sottoporla ora agli interventi di chirurgia. Una scelta che, ricordo, spetterebbe in gran parte alla ragazza una volta divenuta maggiorenne: non si tratta di un'imposizione. E' un po' come farsi ritoccare il naso, no? Oppure gli zigomi, i glutei, le tette...fino a che a rivolgersi al chirurgo è una persona normale va bene, altrimenti no. Diventa qualcosa di immorale, contro natura, abominevole. Che ipocrisia... In fondo una persona dovrebbe piacersi ed essere accettata per quel che è, non per come appare....peccato che la società di oggi si fondi quasi esclusivamente sul contrario. L'immagine è tutto. La bellezza, l'esteriorità, quelli sono gli unici biglietti da visita che contano in un mondo che si sforza di essere ariano. Sia mai che ci si ricordi di chi non è sano al 100 per cento, sia mai che gli si riconoscano le medesime possibilità degli altri. In fondo, è meglio crogiolarsi in una bellezza effimera e barattare tutto per essa. Anche la coscienza, anche la verità se necessario. E probabilmente in virtà di questo principio è nato il "naked tg" : conduttrici che si spogliano mentre annunciano la notizia. Già i tg "normali" non informano, figuriamoci questo. Sospetto comunque che anche in questo caso le giovani lavoratrici siano un po' vittime degli eventi, precarie disposte a tutto pur di avere un contratto decente. E prima che qualche femminista insorga contro questo programma scandalosamente lesbo-maschilista, riporto le parole di una di queste presentatrici, Michela Fiore di 25 anni : "Trovo che sia un lavoro molto interessante e che sicuramente contribuirà alla mia formazione..Spero anche che mi garantisca l'offerta di altri ruoli da conduttrice..."
°___°
No comment.
Chi lo sa se un giorno torneranno in tv, non dico persone scomode, non dico persone portatrici di handicap, ma persone normali... Modelli umani insomma...

mercoledì 12 marzo 2008

..:: TdC numero 8 ::..

Segnalo l'uscita del nuovo numero della rivista "Terre di confine" , un numero interamente dedicato ai draghi e ai dinosauri!!



Trovate l'indice degli articoli al seguente link.
In particolare invito alla lettura di un paio di recensioni, ovvero Eragon libro ed Eragon film, e a scrivere impressioni-commenti-critiche-considerazioni agli autori delle recensioni e alla redazione della rivista.
Buona lettura!!!

martedì 11 marzo 2008

..:: Mi consenta... (un post rapido) ::..

L'ho fatto di nuovo.
Sapevo che dovevo cenare col televisore spento.
Non so cosa mi è preso, ma sta di fatto che l'ho acceso. E sintonizzato sul TG5 pure.
Ed eccolo, magnifico et umile come sempre, il nostro giovane ex-ex-premier parlare (a vanvera) di varie cosucce: i suoi alleati, gli oppositori politici, i rifiuti di Napoli...e poi, al culmine del suo intervento "perchè è inamissibile che in un Paese come l'Italia si lasci che gli imam predichino il terrorismo mentre al santo padre viene negato di parlare nelle aule dell'Università di Roma!"
°___°
Sono rimasto allibito. Complimenti, gran bel messaggio, corretto e pulito. Quindi tutti i musulmani in Italia sono terroristi, anche se alcuni di loro non lo sanno ancora...Ottimo direi. Così come lo è la distorsione dei fatti, cioè lo strano mutamento nel riportare la vicenda della visita del santo padre all'Università La Sapienza. Per onor di cronaca, nessuno ha impedito lui di andarci, semmai studenti e docenti han fatto intendere che avrebbero manifestato contro la sua presenza nel caso si fosse recato da loro per inaugurare l'anno accademico. Non è che gli hanno tappato la bocca: il papa ha semplicemente ritenuto più opportuno non andare. Giusto o meno il comportamento degli universitari, questo è quel che è successo.
Di conseguenza, grazie ancora ai potenti mezzi di comunicazione che abbiamo e che ogni volta mi richiamano alla mente le parole di New Dress dei Depeche Mode :

...You can't change the world
But you can change the facts
And when you change the facts
You change points of view
If you change points of view
You may change a vote
And when you change a vote
You may change the world...



Credo che dovremmo riflettere tutti sulle parole che canta la canzone...

PS: qui il testo completo

domenica 9 marzo 2008

..:: Lussuose ipocrisie ::..

Ieri, al tg, una delle notizie riguardava la fiera del lusso che in questo periodo si tiene a Vicenza. In mostra, e in vendita immagino, aerei, auto rivestite in pelle di pitone, moto placcate in oro, accessori diamantati per l'i-pod, vestiti impreziositi di gemme preziose e via dicendo... Parallelamente i grandi discorsi dei leader politici in corsa per le elezioni: "lotta all'evasione fiscale!", promettono.
Ora, forse sono io che sono scemo ma, non sarebbe il caso di unire le due cose? Cioè, la lotta all'evasione e la fiera del lusso?
Per esempio, basterebbe fare qualche controllino fiscale su chi si può permettere il lusso di acquistare simili oggetti. Non credo che operai nulla-tenenti possano permettersi l'acquisto di Ducati placcate oro (con tanto di modella al seguito...già...pure lei compresa nel pacchetto "donne e motori") dal costo di mille mila euro. Sarebbe sufficiente un controllino sui clienti insomma per contribuire significativamente a contrastare l'evasione fiscale.
A meno che, pensiero nefasto di un momento, la famigerata "lotta all'evasione" non debba rimanere una tra le tante promesse elettorali dei vari partiti politici.
Già. Che alle volte ho questo sospetto quando li sento parlare di ciò che intendono fare. Mai uno che dica anche come però...
Ad ogni modo, anche oggi c'è stata la carrellata di volti noti al tg, ognuno pronto a sparare le proprie idee "recimola voti".
Per esempio oggi mi è piaciuto Bossi che parlava del "Nord" che voterà tutto per la Lega. Basta dare soldi a Roma! Lotta alla corruzione! Lotta al carovita! Vai di federalismo! E' ora di dare stabilità al Paese! Grande!
E allora qualcuno mi spiega perchè il leader della Lega ha sulle palle condanne per tangenti e corruzione? Perchè pure la Lega è andata a mangiare a Roma assieme agli altri? Perchè si è schierata col Berlusca e Forza Italia che, guarda caso, "possiede" tutta la Sicilia? E perchè la legge elettorale che ha causato non pochi problemi di stabilità porta il nome di Calderoli? Così come è associata al nome di un leghista, Maroni, la legge che tanto incoraggia gli stage e i lavori con contratto co.co.pro?
Mah...per fortuna c'è Miss padania va...che è di Grosseto (???)...meglio distrarre le masse con un po' di "faiga" che parlare di cose serie. Un po' come, sospetto, abbia fatto il buon Sarkozy sposando Carla Bruni. Per dire, di lui sembra che basti sapere solo questo (cito dal blog di Luttazzi: "...Veltroni stima Sarkozy! Chi non stima Sarkozy? Io.
Quale Sarkozy stima, Veltroni? Quello che ha liberalizzato i licenziamenti? Che ha eliminato le 35 ore? Che ha tagliato i contributi? Che ha favorito i contratti d’impresa a scapito di quelli nazionali? Che ha attaccato l’euro? Quello che adesso vuole abolire il falso in bilancio? No, perché non c’è un altro Sarkozy. Questo è.").
Per fortuna che subito dopo ha parlato Di Pietro. Già, si è pronunciato sul conflitto di interessi. In quel momento ho sperato che una padella comparisse dal nulla e che gli calasse con forza sulla crapa. In fondo, non era una delle priorità del governo scorso? E perchè in tutti i mesi in cui la sinistra ha governato non hanno mai fatto nulla in tal senso?
In ogni caso, ad aprile vedremo come andrà a finire. L'unica consolazione è che ce la faranno a salvare la pensione...o almeno, alcuni di loro. In questo senso gli va di lusso! Chi lo sa invece quanti di noi la vedranno la pensione ^__^!!

venerdì 7 marzo 2008

..:: 8 marzo ::..

Nonostante quel che si dica sulla festa della donna, un evento commerciale più che altro, creato ad hoc da sette segrete di fioristi sanremesi, ne approfitto per fare gli auguri a tutte le femminucce di passaggio sulle pagine di questo blog ^__^

giovedì 6 marzo 2008

..:: He - elio ::..

Ne approfitto per scrivere giusto qualche riga, poi andrò a nanna mi sa. Sono leggermente ko e il freddo di codesti giorni certamente non mi aiuta ad essere al top della forma. Tra l'altro sono un poco giù notando il silenzio che il mio editore mantiene nonostante le mie mail, i miei dubbi, i miei sogni...Già, sono un po' deluso dalla sua gestione della comunicazione e dalla scelta della copertina. Chiaro che non pretendevo un capolavoro, qualcosa tipo la copertina de "Il sigillo del vento" di Uberto Ceretoli che sto leggendo, però qualcosa che fosse più in linea con il mio testo...qualcosa del genere per dire...

Nel frattempo mi consolo ascoltando "Studentessi", l'ultima fatica di Elio e le Storie Tese. Devo ammetterlo, fanno musica che mi piace. E sono bravi, scandalosamente bravi a suonare. E dire che anni fa li snobbavo...Certo, forse hanno un linguaggio e un modo di porsi discutibile, ma non ci piove che siano capaci e preparati a livello tecnico. Per di più si divertono e fanno divertire. E criticano, ah se criticano l'Italia. Basti pensare a "La terra dei cachi" o a "Sabbiature". Analogamente mi piacciono canzoni vere come "Servi della Gleba" e "Cara ti amo", indubbiamente sincere nel fotografare certi comportamenti di quando si vive una relazione.
Purtroppo spesso e volentieri questo gruppo è stato bollato come volgare, spregevole. Addirittura pornografico...forse per via del film "Rocco e le storie tese"??
D'altro canto, cosa non è "pornografico" al giorno d'oggi. Le pagine dei siti web della maggior parte dei quotidiani o di altre fonti di comunicazione di massa riportano ogni giorno foto di veline e modelle discinte, oppure gossip piccanti e notizie scabrose...alle volte romanzandoci sopra in maniera assurda. La parola "sesso" poi è divenuta una mania. Un po' come la parola "libertà" sulla bocca del cavaliere. E poi, quando invece capita che si debba effettivamente fare giornalismo, porre domande serie, scuotere l'opinione...niente, non giungono le domande. Si tace. Si svia e si parla d'altro. Come se si temesse di portare a galla qualcosa che la gente è meglio non sappia. Si cercano invece altri argomenti, altre notizie, qualcosa che venda sempre...ah proposito, l'avete letta la notizia sul processo alla pin-up giapponese dell'altro giorno? Massì, quella scagionata per via delle bocce troppo grandi...e tutto questo parlare di sesso e corpi ignudi (ignudi tra i nudisti??) mi dà da pensare. E se ciò che penso è corretto, allora gli elettori di destra dovrebbero iniziare a tremare. In fondo, l'ammmmmore libero è un precetto comunista, o no?

martedì 4 marzo 2008

..:: Book Teaser numero...ehm....3? Può essere? ::..

Sembra che ormai ci siamo...già già...sul sito dell'editore già compare la copertina del mio libricino:



Ad essere sincero sono un po' diviso tra due sentimenti decisamente contastanti.
Da un lato sono felice e soddisfatto nel sapere che qualcosa che desideravo da tempo sta per divenire realtà. Essere pubblicato e propormi al pubblico con un testo cartaceo infatti è qualcosa che sognavo da mo. E spero che tra promozione e passa parola io riesca a farmi conoscere al vasto popolo dei lettori.
Al contempo però sono un po'...come dire...deluso e perplesso. La copertina - su cui non ho potuto dire la mia come da contratto - non è proprio come me l'aspettavo...Considerando il tipo di racconto mi aspettavo qualcosa di più cupo, di più misterioso...certo, non posso neanche pretendere chissà cosa ma, ecco, ci speravo.
Credo sia naturale, no?
Ad ogni modo, dico io, l'importante è che la storia da me proposta piaccia e convinca e appassioni i futuri lettori ^__^
Spero che sia davvero così: tra un paio di mesi lo scopriremo comunque, no?
Come dite? Uff...tranquilli, non era una minaccia!!!

domenica 2 marzo 2008

..:: Faccio un salto al cinema.... ::..

Mai e poi mai far incazzare Samuel L. Jackson. Già si era visto il suo temperamento autoritario e violento in Pulp Fiction, sempre sul pacatamente rabbioso. Nei panni Mace Windu, in Clone Wars, poi aveva dimostrato tutta la sua "Forza" disintegrando da solo un esercito di cloni e astronavi. Addirittura affrontando da solo, e quasi vincendolo, l'imperatore oscuro di Guerre Stellari....



...fino a che....Hayden Christensen ha commesso l'errore di intromettersi e di contrastarlo, mozzandogli un braccio con la sua spada laser e gettando il jedi nel vuoto. Non l'avesse mai fatto!!!! Ecco allora che Samuel L. Jackson risorge e compare nel nuovo film del giovane attore, seriamente intenzionato a massacrarlo e a fargliela pagare. Non si spiega altrimenti l'ira funesta che move l'alte stelle e i Paladini che nel film Jumper contrastano i ... jumper, appunto. Eccolo allora il buon Sammy che da la caccia ad Hayden, lo perguita, lo pesta, lo massacra nonostante i poteri di "saltatore" che il giovane si ritrova...e sono sicuro che non finirà molto presto. "Sammy" non è tipo da placarsi facilmente...basta pensare a quello che è riuscito a combinare in film come Die Hard o Jackie Brown...non vorrei proprio essere nei panni di Hayden Christensen. Cioè, da un lato si: in fondo sembra proprio essere comodo avere la capacità di teletrasportarsi. Anche solo per spostarsi di qualche spanna e afferrare il telecomando sul divano...ma anche per altri, ovvi motivi ^__^ Nel film infatti l'abuso del potere dei jumper è palese, con ragazzi indipendenti e individualisti che vivono in totale libertà, fregandosene di tutto e di tutti. Anche dei loro stessi compagni. Anche di loro stessi in un certo senso visto che non ci pensano neanche a indagare la causa dei loro poteri. Come anche i paladini, una setta segreta che dà loro la caccia solo per placare la sete di vendetta che nutre Samuel L. Jackson nei confronti di Hayden!!! Si perchè, se da un lato il potere di teletrasportarsi e di essere in più luoghi dovrebbe essere qualcosa ad uso esclusivo di Dio (e delle agenzie di viaggio...), dall'altro rappresenterebbe una comodità assurda. Addio all'inquinamento globale, per esempio. Addio a drammatiche capatine ai bagni pubblici di qualche centro commerciale in caso di improvviso e devastante attacco di diarrea...O basti pensare alle vite umane che si potrebbero salvare o a quanta gente tenterebbe di materializzarsi nella doccia o nella camera da letto di qualche velina...
Considerazioni semi serie a parte, il film che ho visto ieri sera non l'ho trovato male. Anzi. Forse un po' confuso in alcune riprese, troppo concitate e "scattose". Forse anche il cameraman stava facendo pratica di teletrasporto...
Ad ogni modo ora non resta che attendere il seguito e scoprire cosa accadrà. Chissà se anche nel prossimo ci saranno alcuni eventi ambientati in Italia? Ecco...se magari dovesse capitare spero che abbiano la decenza di essere un po' più seri in questo. Cioè, daaaaaiiii! Gente comune che parla in inglese fluente (non penso che fossero i protagonisti a parlare in italiano...dopotutto, nel film, Hayden ha la terza media...e la sua controparte femminile, beh, non brilla certo per intelligenza...), voli che partono in orario (e che arrivano addirittura in anticipo!!), carabinieri che adottano maniere da gestapo...
In ogni caso son contento di essere andato al cinema ieri: dopo il trailer di "Brombo", ho potuto vedere quello del nuovo film di Harrison Ford. Già. E vista la veneranda età dell'attore in questione credo che potrebbero benissimo intitolarlo "Imbrana Jones alla ricerca della pensione ciulata".
Alla prossima gente: buona domenica!!!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...