domenica 18 settembre 2016

Ex Machina

Titolo: Ex Machina
Regia: Alex Garland
Anno: 2015
Genere: sci-fi
Cast: Domhnall Gleeson, Oscar Isaac, Alicia Vikander, Sonoya Mizuno, Chelsea Li.

La storia in breve:
Tra tutti gli impiegati del grande motore di ricerca per cui lavora, Caleb è stato scelto per il prestigioso invito nella residenza del mitologico fondatore della società e inventore dell'algoritmo di ricerca. Arrivato in una zona a metà tra la magione irraggiungibile (lo porta un elicottero privato che si ferma diversi chilometri prima del primo edificio) e il rifugio zen, Caleb comprende di essere stato scelto da Nathan per un importante esperimento. Da decenni infatti Nathan è al lavoro sulla costruzione di un'intelligenza artificiale e Caleb deve testarla per capire se abbia raggiunto o meno il suo obiettivo.  (fonte mymovie)

Il mio commento:
Finalmente ho un po' di tempo per dedicarmi a questo blog, ormai praticamente alla deriva.
Avevo intenzione di parlare di The Wolf of Wall Street, visto qualche settimana fa, tra l'altro concluso la sera prima della visita alla filiale di Banca Etica (giusto per eventuali rapidi raffronti), piaciuto e apprezzato assai, ma poi l'occasione è venuta meno.
Piuttosto, visto che l'ho recentemente recuperato, preferisco spendere due parole per segnalare, a chi ancora non lo conoscesse, questo piccolo gioiellino che è Ex machina, uscito nelle sale italiane nell'anno domini 2015.
Il film potrebbe richiamare alla mente, per certi versi, testi come Frankenstein oppure ri-allacciarsi ad altre opere cinematografiche che hanno affrontato il rapporto uomo-macchina anzi, meglio, il rapporto uomo-IA. Ed è bello notare che, come quasi sempre accade, se c'è di mezzo l'invenzione di qualcosa di sensazionale non c'è mai un team ma un unico uomo, uno che da solo si smazza dinamiche fisiche, elettroniche, software, psicologiche, scelta di materiali... mah...
Al di là di queste piccolezze, a mio avviso, Ex machina è un film ben realizzato e ben orchestrato, che procede gradualmente nello sviluppo della propria trama e nell'analisi di AVA, cercando di depistare anche lo spettatore sulla reale "verità" e sulle motivazioni dei personaggi.
Non sono così convinto che il test eseguito da Caleb sia esattamente un test di turing (in teoria, non avrebbe dovuto avere evidenza che AVA è un'IA/macchina, cosa che invece viene immediatamente spiattellata) né condotto in modo esattamente scientifico (mi pare molto improvvisato e lasciato a sensazioni e intuizioni, che a prove concrete), però ai fini dello spettacolo funziona e permette di intessere una serie di dialoghi utili a inquadrare i personaggi, oltre ad essere funzionale per creare sospetti e creare complicità. Tutto funziona perchè fondamentalmente il cast è valido e perché l'attenzione dello spettatore è solleticata da dinamiche psicologiche ora assimilabili a quelle di un interrogatorio ora da visioni di spettacolari location e spazi liberi. 

sabato 3 settembre 2016

Terre di Confine: Campagna di raccolta fondi


Come accennato qualche giorno fa, vi segnalo che la campagna di raccolta fondi per supportare l'attività editoriale di Terre di Confine è stata finalmente avviata.
A nome della redazione, si ringrazia fin da ora chi supporterà l'iniziativa con donazioni o anche solo aiutando a far circolare la notizia.
Qui di seguito, alcuni estratti per comprendere meglio lo scopo di questa iniziativa.

TERRE DI CONFINE è un’associazione culturale non profit, costituitasi nel 2010 con la finalità di studiare, promuovere e diffondere la cultura, le scienze e l’arte – quest’ultima con particolare riferimento ai generi letterari Fantascienza e Fantastico e all’Animazione Giapponese – intese sotto ogni loro forma espressiva (www.terrediconfine.eu/statuto/). L’Associazione pubblica Terre di Confine Magazine, rivista progettata e realizzata dalla Redazione TdC. È un magazine in pdf che si occupa di fantascienza, fantasy, fantastico in generale, in tutte le loro declinazioni; è completamente gratuita, sfogliabile on-line e scaricabile dal sito dell’Associazione, dalla piattaforma ISSUU, da Google Play e da numerosi e-book store italiani (stiamo inoltre lavorando a una versione da poter rendere disponibile in Amazon). Terre di Confine Magazine ha attualmente al suo attivo 5 numeri (l’ultimo è uscito il 3 maggio di quest’anno) ognuno con circa 240 pagine (senza alcun tipo di inserto pubblicitario).






Ci siamo impegnati per conferire a Terre di Confine Magazine una grafica moderna e originale, riservando gran cura all’impaginazione e alla qualità dei testi. L’intenzione è di offrire uno strumento di divulgazione serio e indipendente, che tratti i temi del fantastico nei loro aspetti artistici, storici e culturali, con onestà intellettuale e rispetto del lettore, promuovendo al contempo l’operato di tutti coloro che si dedicano a questo mondo affascinante: autori, illustratori, disegnatori, fotografi, artisti visuali. 

Si tratta di un lavoro redazionale complesso e impegnativo, ma il nostro team si propone oggi un obbiettivo ancor più ambizioso: raddoppiare in 18 mesi il numero delle uscite, realizzare quindi altri 5 numeri entro dicembre del 2017. E al contempo incrementare i contenuti del sito web (http://www.terrediconfine.eu/). Per riuscire a completare questo progetto in un lasso di tempo così ristretto, chiediamo il sostegno di tutti coloro che hanno apprezzato la nostra attività. Anche il più piccolo aiuto sarà per noi prezioso!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...