sabato 27 aprile 2013

..:: Trofeo Re Mantide 2013 ::..


China Qingdao Seven Star Praying Mantis Boxing
Committee Italian Branch

ASD Kyu Shin Ryu

in collaborazione con la D’Aria Angelo’s School
con il patrocinio di Comune di Camposampiero (PD)


TANG LANG WANG JIANG BEI
Seconda Edizione
Domenica 28 Aprile 2013 - ore 14.30

Campionato Interregionale
Lombardia – Abruzzo – Lazio – Veneto

SPECIALITA’ IN GARA
Forme con le armi e a mano nuda di Qi Xing Tang Lang Quan
(Boxe Mantide Religiosa Sette Stelle)

Palazzetto dello Sport “Don Bosco”
Camposampiero (PD)
via Trento e Trieste, 43

Ingresso gratuito

Per maggiori informazioni si veda la pagina sul sito dell'Asd KyuShinRyu

martedì 23 aprile 2013

..:: Brazil ::..

Titolo: Brazil
Regia: Terry Gilliam
Anno: 1985
Genere: distopico, fantastico
Cast: Jonathan Pryce, Ian Holm, Kim Greist, Robert De Niro, Katherine Helmond, Bob Hoskins, Jim Broadbent

La trama in breve:

La storia si svolge in un ipotetico mondo futuristico governato da meschinità e burocrazia. Il protagonista è Sam Lowry, un umile impiegato del Ministero dell'Informazione che ha frequenti sogni ad occhi aperti dove vede se stesso salvare una misteriosa fanciulla, indossando un'armatura alata. Un giorno a Sam viene dato l'incarico di correggere un errore di stampa di un file causato da una mosca incastrata in una stampante. Purtroppo l'errore ha già causato l'arresto, il processo e l'esecuzione di un certo Archibald Buttle al posto di un ricercato terrorista chiamato Archibald "Harry" Tuttle. Quando Sam va a visitare la vedova del signor Buttle viene a conoscenza di una ragazza chiamata Jill Layton, identica alla fanciulla che sogna... (fonte mymovies)

Il mio commento (ATTENZIONE agli SPOILER!!!);
Visto in quattro o cinque "atti", non ricordo più, Brazil si è rivelato un film piuttosto interessante e sfaccettato a cui questo mio commento non renderà affatto onore. E no, non è un documentario sul carnevale di Rio de Janeiro ^_^
Di certo, terminata la visione, la ben nota canzoncina "brasil-lalalalalalaaaa-lalalalalala" ecc, quella che tutti conoscono e hanno sentito almeno una volta nella loro vita, magari in concomitanza con qualche trenino umano e festeggiamento, ma che risulta (almeno a me) introvabile su TuTubo, quella canzone, dicevo, assumer un significato più malinconico e struggente.
Già, perché durante la visione del film viene proposta in tutte le "salse" e, di fatto, costituisce la portante della colonna sonora di questo Brazil, un omaggio a opere distopiche quali 1984 che il buon Terry "Monty Python" Gilliam ha saputo egregiamente confezionare. 
Dipanandosi tra dinamiche reali e oniriche, lo spettatore segue le vicende di Sam Lowry, umile ma capace impiegato del Ministero dell'Informazione, finendo prigioniero del mondo proposto, una realtà futuristica ma grottesca in cui appaiono evidenti controsensi e umane "follie" che invece i personaggi del film vivono come fossero eventi assolutamente normali. 
Vedasi il comportamento del maitre del ristorante in cui Sam, sua madre e amiche di famiglia stanno cenando, quando all'improvviso si verifica una violenta deflagrazione: nessuno si scompone o si precipita a soccorrere i feriti, nemmeno la paura sembra serpeggiare, solamente lo sconcerto per un simile sconveniente evento in un locale tanto rinomato... ma questo è niente in confronto a talune dinamiche che nel film vengono proposte al fine di ridicolizzare, esasperandole, certe dinamiche presenti nella nostra società.

domenica 14 aprile 2013

..:: Il trono di spade - A game of thrones - Season 2 ::..


Titolo: Il trono di spade (A game of thrones) - Seconda Stagione
Anno: 2012
Episodi: 10
Genere: fantasy

La trama in breve:
Analogamente a quanto vaneggiavo in merito alla prima stagione, anche questa seconda carrellata di episodi dedicati all'opera di George R. Martin propone una trama e un intreccio di non facile sintesi. 
Per cui, riassumo solamente alcuni degli scenari che vanno pian piano ad espandersi e amplificarsi nel corso delle dieci puntate della seconda stagione.
Da un lato abbiamo Approdo del Re saldamente nelle mani del casato Lannister: re Joffrey governa in modo duro e spregevole, la regina tesse intrighi e il buon Tyrion, divenuto primo cavaliere in vece del padre, si baramena alla meno peggio, cercando di sopravvivere, di governare il popolo e, soprattutto, di proteggere il regno. Già, perché contro Approdo del Re muovono ben tre eserciti, quello di Stannis Baratheon, di Renly Baratheon e del Re del Nord, Robb Stark. 
Più a Nord poi troviamo la piccola Arya che finisce catturata e poi serva al servizio di Tywin Lannister; non perderà però l'occasione di salvare la vita a un misterioso quanto conturbante personaggio, Jaqen. Lord Snow è invece oltre la Barriera, per indagare assieme ai propri compagni sui bruti, sui non-morti e le macchinazioni del "Re Oltre la Barriera". 
Momenti di tenerezza tra Tyrion
e Shae
Infine, al di là del mare, Daenerys Targaryen vaga nel deserto assieme a parte del proprio popolo alla ricerca di un modo per sopravvivere, un peregrinare che li condurrà fino alla prospera città di Qarth dove almeno uno dei reggenti sembra intenzionato a volerle fornire supporto.
Ok, questo è solo il quadro globale, ma gli sviluppi e gli intrecci sono a dir poco variegati e complessi. Così come il numero di personaggi che vengono introdotti o che, come dire, trovano la morte...
Per eventuali approfondimenti, vi rimando a questi articoli: qui e qua.

Il mio commento  (attenzione agli spoiler!!!):
Conclusa la visione della serie almeno, ehm, una decina di giorni fa, trovo solo ora l'occasione di ciarlarne un poco. Anche perché, come per la precedente, la soddisfazione è stata molto buona: non vediamo (io e Silvia, intendo) l'ora che esca la terza stagione. 
Rispetto alle prime dieci puntate, comunque, le vicende di questa seconda stagione coinvolgono un numero ancora maggiore di personaggi con intrecci e risvolti non banali, alcuni dei quali particolarmente apprezzati.
Qui invece vediamo Stannis Baratheon
assieme alla "sacerdotessa" rossa
Melisandre
In primis, continua la mia stima per il "grande" Tyrion impegnato in una battaglia a 360 gradi contro nobili, familiari, nemici di Approdo del Re. Non
può permettersi alcuna distrazione, tanto più che ricorre a sotterfugi di ogni tipo per capire di chi può o non può fidarsi, non solo per la propria incolumità o per la sopravvivenza del regno, ma ancor di più per tutelare la propria amata, Shae.
Per fortuna che al suo seguito ha qualche alleato, come il letale Bronn. Uno che non me la racconta giusta, uno che ha ancora molto da rivelare secondo me, ma che comunque si rivelerà determinante in molti contesti.

domenica 7 aprile 2013

..:: Viaggio allucinante ::..

Titolo: Viaggio allucinante   (titolo originale: Fantastic voyage)
Regia: Richard Fleischer
Anno: 1966
Genere: fantascienza
Cast:  Stephen Boyd, Edmond O'Brien, Raquel Welch, Arthur Kennedy, Donald Pleasence

La trama in breve: Uno scienziato che ha perfezionato il principio della miniaturizzazione di oggetti e persone, subisce un attentato e rischia di morire. Entrato in coma, viene sottoposto a un'operazione che utilizza le tecniche da lui messe a punto. Un'equipe di scienziati, con un agente dell'Fbi al seguito, viene miniaturizzata in un sommergibile ed iniettata nel corpo del malato. Il loro scopo è quello di operare il paziente dall'interno, ma all'interno dell'équipe medica si cela uno degli attentatori.  (fonte filmtv)

Il mio commento:
Visto senza sapere bene a cosa stavo andando incontro, fuorviato dalla discutibile scelta per la versione italiana del titolo del film, devo dire di esser rimasto un po' neutro nei confronti di quanto proposto.
Fermo restando che, purtroppo, non ero nel pieno delle mie energie mentali e fisiche per cui ho, come dire, alcuni brevi vuoti da colmare...
Ordunque, vedere un film di genere fantascientifico di quasi 50 anni fa, è un'esperienza molto particolare. Consideriamo pure che siamo di fronte a un'opera che ha vinto l'oscar per gli effetti speciali e per la scenografia, per cui il top in termini di ritrovati tecnologici e soluzioni visive per l'epoca ma che, di fronte ai risultati ottenuti da recenti produzioni quali la saga di The Matrix oppure Avatar fa, come dire, sorridere.
Ugualmente il film possiede una sua dignità e serietà, si dimostra addirittura molto più ponderato e scientifico rispetto a opere recenti. Alla realizzazione del film hanno anche partecipato scienziati e studiosi per cui quanto proposto è frutto di scelte ponderate e ben calcolate, ovvero niente vaccate ostentate stile Piranha 3D, tanto per fare nomi.
Tra gli aspetti che più mi hanno colpito vi è il ritmo con cui procede la narrazione, molto ma molto lento rispetto a quanto siamo abituati ora.
Penso ad esempio al processo di miniaturizzazione: prima si riduce l'astronave a una dimensione mignon, poi arrivano dei tecnici che la prelevano, quindi si prepara una "siringona", si immerge la nave nel liquido contenuto in essa e poi si riduce il tutto per poter iniettare questa soluzione nel corpo del professor Benes. Se fosse stata realizzata ai tempi nostri, minimo, avremmo avuto: un'inserviente sexy in abiti succinti preposta a prelevare la siringa e un unico vistoso fascio di luce per sintetizzare il processo di miniaturizzazione.

lunedì 1 aprile 2013

..:: Most wanted - Primo trimestre 2013 ::..

Lo so, lo so, ne sentivate la mancanza per cui eccomi qui a rendicontare sulle strabilianti parole chiave maggiormente cercate da voi affezionati lettori di codesto blog.
Devo dire che, rispetto a qualche tempo fa, noto una riduzione del traffico attorno a questo mio umile spazio web: che succede? Mi state snobbando? Non mi apprezzate più? O semplicemente google ha rivisto certe sue politiche per il ritorno dei risultati delle query per facilitare la navigazione, soprattutto da mobile? 
In effetti, quest'ultimo fattore è quello che, secondo me, più sta influendo sui numeri che riscontro nella console di ShinyStat, e contro il quale non posso fare molto. Se non investire in qualità e originalità dei contenuti....impresa non da poco, dannazione.
Per cui, eccomi qui, a rimboccarmi le maniche e a tornare alla carica, come un cacciatore che ambisce a una mitica preda, che ne so, un unicorno.
Argomenti da Fiaba ma che, probabilmente, in futuro diventeranno banali quotidianità dopo che la McDonald avrà dato reale prova di sé investendo in ricerca e sviluppo genetico al fine di realizzare una nuova linea di panini a base di animali mitologici. Prova anche tu il MacUnicorno con le patatine fritte del Wyoming!
E se trovate questa mia idea (appunto MIA idea, sia mai che mi copino l'intuizione...) strampalata assai, beh, dovreste invece analizzare il livello di stravaganza raggiunto da certi risultati che mi risultano dalle statistiche del trimestre passato.
Ad esempio:

"Film ambientato in paesaggio innevato e sperduto con lupi che sbranano ad uno ad uno i superstiti di un aereo precipitato" : oh my God! Ma io lo conosco, so di cosa stiamo parlando e ve ne sconsiglio caldamente la visione. Lo so, mi direte voi che su Imdb figura come un film da Oscar, con addirittura Liam Neeson nei panni del protagonista ma...beh, fate voi, io vi ho avvisato...

"Mi serve sapere dove si trovano spighe fiori e frutti finti x fare dei lavori fatti a mano ma che sia 1 ingrosso ma a dettaglio" : what? Chiedo scusa ma non credo di poter esser d'aiuto. Al limite, se nemmeno Google collabora, proverei a sentire Claudio Bisio e i suoi amici delle Pagine Gialle

"Sexy bilder alles gute zum geburtstag": non essendo io poliglotta, escludo di aver postato qualcosa in tedesco ma confido che il buon Google sapesse cosa stava facendo mentre dirottava qui tonnellate di allupati cybernauti, gente più civile e dai gusti ben più moderati di tutti quegli altri che domandano "come si fa un clistere?" o "come si prepara un clistere di caffè?"

"奧州筆頭 伊達政宗" : e continuiamo con la vena spiccatamente internazionale del mio blog, con naviganti che indagano sul conto di Date Masamune...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...