domenica 30 dicembre 2007

.:: Oro!!! Oro!!! ::.


Siamo arrivati al 30 dicembre ormai...domani sarà il 31 (lo so, quando faccio queste osservazioni dò prova di immenso acume) e quindi capodanno. Chissà perchè hanno scelto il 1 gennaio come giorno di inizio anno...in fondo, il mondo scolastico e lavorativo riparte in settembre...la primavera in marzo...non comincian manco l'inverno il primo gennaio. Certo 01-01-XXXX come data è comoda, però poteva andare diversamente no? E poi, visto che siamo in un Paese fortemente cristiano, potevamo scegliere di far partire l'anno nuovo in occasione del Natale no? E invece no...comunque sia, l'anno nuovo sta per iniziare (e casualmente comincia proprio quando la mia ragazza compie gli anni...) e l'anno nuovo va a concludersi. Ed eccoli allora che maghi, astrologi, cartomanti, giornalisti, politici e chi più ne ha più ne metta si sbilanciano in pronostici, anticipazioni, scommesse, calendari...e oroscopi!! Già, come cominciare meglio l'anno se non consultando l'oroscopo? Lo dice anche papa Ratzi..no...forse no...tra l'altro non l'ho sentito dire niente nemmeno sui casi di preti condannati per molestie sessuali et similia...misteri su cui forse non è conveniente indagare più di tanto mi sa. Ad ogni modo, leggevo prima il mio oroscopo per il 2008 sulle pagine di libero (sono dei gemelli) e, al di là di alcune perplessità che ha suscitato in me, tipo l'amore per gli sport acquatici...o il fatto che si prospetta per me l'acquisto di una casa (e la stipulazione di un mutuo...)...mi è venuto spontaneo chiedermi com'erano invece le previsioni per il 2007. E se c'hanno azzeccato soprattutto. Quindi, eccone un paio qui, quo e qua. Su alcune cose direi che non ci siamo proprio...per dire, "qui" mi sparava un bel periodo in amore per il primo trimestre del 2007 oppure cambio di partner...e difatti con Sara si è concluso tutto. Però non è strano che l'oroscopo affermi una cosa e il suo contrario? Oppure i progetti in ambito lavorativo che si concretizzavano sul finire dell'anno...beh...quelli informatici, nel lavoro vero cioè, più che concretizzandosi a me pare che vadano via via complicandosi...mentre sul fronte 
letterario, a dire il vero qualcosina si è concretizzato. "Quo" è più sintetico ma mi mette in guardia : meglio non impegnarsi con nessuno in amore.. Ehi, ma stiamo scherzando? E con Silvia come la mettiamo? "Qua" invece sul versante amore ci azzecca di più, rimanendo più generico però. In compenso mi piace quando, parlando di salute, dice "evitate di far del male al vostro fisico" °__° Cosa significa? Forse ho sbagliato ad iniziare kyokushinkai??

Ad ogni modo, oroscopo o meno, che ci azzecchino oppure no, spero che il 2008 in arrivo sia un ottimo anno, ricco di sorprese, di emozioni, di gioie e bei momenti. E che quando ci saranno brutti momenti ci siano le persone che più amo accanto a me oppure io accanto a coloro a cui tengo particolarmente...

...comunque sia, tocchiamoci scaramanticamente va...

Chiudo qui e ne approfitto, se non ci si sente prima, per farvi gli auguri per uno splendidoso 2008!!!!

sabato 29 dicembre 2007

.:: Varie dal mondo ::.


Sto ancora bisticciando con Alice - la mia connessione da 7 mega - e il router che utilizzo - un netgear dg834g - ma sembra che ora alcune cosucce siano abbastanza ok. Sia a livello di stabilità che di prestazioni in downloa (in tutte le salse ovviamente...). E non posso far altro che ringraziare tutti coloro che, indirettamente, mi hanno aiutato: è increbile il quantitativo di informazioni che si riescano a reperire nei forum, così come è rassicurante sapere di non essere i soli ad avere certi problemi di navigazione (e non solo...soprattutto "non solo"...). Per carità, continuo ancora a notare rallentamenti e discontinuità del servizio nel pomeriggio e fino ad una certa ora di sera ma vabbè...probabilmente sono assestamenti dovuti all'aggiornamento della linea, al periodo festivo o cose così. In fondo, mica sono questi i problemi della vita, no? Cioè, c'è di peggio nel mondo... tra l'altro, a proposito di peggio, che casino non sta nascendo in Pakistan? L'attentato alla Bhutto di certo non è un evento felice. Per la nazione pakistana in primis e per il mondo intero poi. Non è strano, penso io, che Al Qaida salti fuori così, all'improvviso? In uno stato così vicino all'Iran? Chissà come reagiranno gli USA e le Nazioni Unite...e il nostro grande Paese...già ho sentito D'Alema parlare al TG1 in merito all'attentato e a ciò che è stato fatto in questi 6 anni di "guerra al terrorismo". E' incredibile: è wriuscito a confutare da solo ciò che stava tentando di sostenere. Cavolo! Neanche l'umiltà di dirlo che contro Al Qaida non è servito una mazza andare nè in Afghanistan nè in Iraq a bombardare poveracci e civili. Come se fosse stata la lotta al terrorismo il motivo di siffatta crociata in nome della pace...vabbè, soprassediamo va...staremo a vedere...tra l'altro se si andranno a collocare soldati occidentali pure in Pakistan (per prevenire altri attentati) l'Iran si ritroverà circondato...e non nego che sarei curioso di sapere come avrebbe commentato questa situazione qualche giornalista "libero", oppure qualche comico anzi, meglio, Daniele Luttazzi. Già...e ora che ci penso quasi quasi vado a cercare qualche puntata di Decameron...




PS: a proposito di Al Qaida, avete letto su wikipedia che dicono? Ve lo riporto qui sotto per comodità :

Secondo un'affermazione rilasciata l'8 luglio 2005 al quotidiano britannico "The Guardian" dell'ex-Ministro degli Esteri britannico Robin Cook (laburista) - che si dimise per protesta contro l'aggressione all'Iraq di Tony Blair - , al-Qāʿida sarebbe la traduzione in arabo di "data-base": «Per quanto ne so io, al-Qāʿida era originariamente il nome di un data-base del governo USA, con i nomi di migliaia di mujāhidīn arruolati dalla CIA per combattere contro i Sovietici in Afghanistan».

mercoledì 26 dicembre 2007

..:: Nuovo post : titolo originale nevvero ::..

Ed eccomi qua a scribacchiare su un nuovo post. Forse sarebbe stato più opportuno dedicare del tempo alla mailing list del mio sito e spammare un po' di mail d'auguri...ma visto che ancora sto tribolando con l'adsl (Alice 7 mega) e il router (un Netgear dg834g) ho deciso di svagarmi un poco e segnalarvi alcuni film e fumetti et similia.
Tutte visioni o letture di codesti giorni.
Vai con i film allora. Se vi capita di andare al cinema vi consiglio vivamente Bee Movie: un film d'animazione scanzonato e divertente, originale e con alcune gag davvero..da sbellicarsi! O almeno, a me hanno fatto questo effetto...ad un certo punto infatti c'era Silvia che mi guardava mentre mi strozzavo dalle risate nell'oscurità della sala ^__^ E se ce la faccio, vorrei anche andare a vedere Eastern promises, con Viggo Mortensen: ne ho sentito parlare bene e sono curioso...come lo sono, ma per motivi diversi, anche verso Io sono leggenda....sapete com'è, avendo letto il romanzo...Sempre in ambito film ho avuto modo di vedere in questi giorni The final cut: non è male ma, sinceramente, pensavo un po' meglio. Ci sono molti spunti, interrogativi sulla scelta etica alla base dell'impianto Zoe per aiutare i ricordi e, in modo più ampio, spunti per riflettere sul ricordare in generale, sull'obbiettività della memoria, sul potere che offre la conoscenza del passato altrui...però rimane un po', come dire, incompiuto. Un film che si concentra un po' troppo sull'ossessione/senso di colpa del protagonista e che forse per questo lascia un po' a bocca asciutta lo spettatore. Di tutt'altro stampo invece The Producers : non credevo fosse così tanto musical ma, davvero, mi sento di consigliarvelo. E' una "commedia" spassosa e originale, divertente assai. Una gag su tutte: quando Max Bialystock si vede la vita scorrere davanti come un film...rivede la casa in cui è cresciuto e sua madre sull'uscio che lo chiama..."Alviseeee!"..."ehi, un momento, questa non è la mia vita!!" °__° Assurdo. Così come lo sono moltissimi altri momenti del film per allestire il musical "Springtime for Adolf Elizabeth Hitler".
Per quanto riguarda i film credo non ci sia altro. In ambito manga/fumetti invece vorrei limitarmi a segnalare alcune letture mie recenti e che credo meritino assai. Ovvero, One Piece (imperdibile!! davvero imperdibile!!), Hunter x Hunter (la fantasia di Togashi per i personaggi mi incute reverenziale timore..), Toto (non conoscevo questa miniserie, una sorta di rivisitazione della storia del Mago di Oz, ma davvero ne son rimasto piacevolmente colpito), Hellsing (ristampato dalla JPop) e infine (l'ottimo) Spawn e La torre Nera.
E sempre in ambito "fumettifico", e se questo termine non esiste fate finta che sia un neologismo dantesco postumo, mi sento di segnalarvi un trailer di un film che, temo, si preannunci come l'ennesima vaccata commessa in nome dei supereroi. Sto parlando di Iron Man...

domenica 23 dicembre 2007

..:: Auguri!!! ::..

Siccome non so se in questi giorni di festa c'a fo' ad aggiornare il blog ne approfitto ora per augurarvi tanti....




PS: c'è pure un filmatino..

sabato 22 dicembre 2007

..:: Commmmunicatori ::..

Stavo soppesando alcune tematiche ma alla fine ho deciso di dedicare un post alla comunicazione e ai comunicatori. Giusto poche righe per tenermi in allenamento e riempire questo spazio web...che tra l'altro noto viaggia anche discretamente. Certo, dalle statistiche i visitatori talvolta sembrano arrivare qui sull'onda di ricerche improbabili (spwan, kyokushinkai... tette di Briana Banks ????).
C'era qualche giorno fa un servizio al telegiornale in cui un giornalista annunciava un'importantissima notizia su una drammatica questione: il cane di Paris Hilton ha il cellulare. Una segnalazione di portata biblica che ha decisamente surclassato quella sull'esito del sondaggio "meglio panettone o pandoro?". Immagino che non l'abbiano chiesto a nessun diabetico...Son rimasto basito. Anzi, son mesi che rimango sconcertato dalla vacuità di certe notizie, di molti servizi trasmessi dalle tv e da quelle reclamizzate in numerosi portali web. Alla fin fine la maggior parte di queste non dicono nulla, non aumentano la mia conoscenza del mondo, dei miei diritti, delle dinamiche sociali...però mi rendono morboso, curioso della vita altrui, desideroso di distrarmi dallo stress quotidiano tramite cavolate immani. A sto punto, dico io, tanto vale una bella dose di polygen e siamo a posto. E' anche più gratificante e divertente ^_^ (suggerisco le sezioni: Annunci, Kamasutra, Supereroi e Biografie). Certo non ci saranno carellate di modelle in bikini (o anche meno) ritratte in pose plastiche come sulle pagine di certi giornali ma vabbè...per un po' si può sopravvivere no?
Ad ogni modo mi spaventa un poco questo modo di informare, di distrarre più che altro. Ormai, ogni volta che mi capita di ascoltare un tg non posso fare a meno di chiedermi "cosa non mi stanno dicendo?", "perchè mi dicono questo?". Un po' come mi è capitato di recente in qualche riunione aziendale. Pure al brindisi di qualche sera fa allo Sheraton. E se certi giornalisti almeno sono pagati per distrarre e per fornire notizie fasulle e dai contenuti insulsi, quando invece sono i tuoi dirigenti a parlare a cavolo di cane...ecco...c'è da preoccuparsi. Sarà che l'esser veneti non ci aiuta ad esprimerci al meglio, non perchè siamo trogloditi ma perchè siam gente umile, semplice, che più che prestare attenzione e infondere energie nello sforzo comunicativo (e organizzativo...) tende a rimboccarsi le maniche e a lavorare, ma...son rimasto deluso.
Un po' come quando parlando certi nostri politici.
Sembra quasi che chi si trovi in una certa posizione si dimentichi di come ci si sente a stare dall'altra parte, dipendenti e fruitori di notizie più che fornitori delle suddette. E allora si finisce per parlare di gossip o di argomenti distanti. Ah, la fusione con Infracom! Ah, la quotazione in borsa! Ah, i principi su cui si poggia la nostra azienda (per chi ancora non lo sapesse, sembra che in tempi antichi i fondatori di Infracom IT avessero scolpito nella pietra le seguenti verità: eccellenza, innovazione, fare gruppo, si può fare)! Ah, il modello veneto: lavoratori umili, che si accontentano e non rompono..
E di certo questo genere di discorsi e comunicazioni aiutano assai. Già, perchè non c'è nulla di migliore che confonodere, seminare il dubbio nel cuore degli ascoltatori, parlare di problemi "distanti" e non loro sorvolando su questioni molto più vicine all'esperienza abituale con cui hanno a che fare.
E allora eccoli che mi cadono nel parlare di fusioni e manovre economiche di fronte a persone che avrebbero bisogno di avere notizie certe in merito a trasferimenti e cambi di contratto. Poche nozioni ma chiare in pratica, regoli basilari che un buon manager dovrebbe seguire più che per ragioni di calcolo economico et similia, per motivi di buon senso e lealtà.
Qualcosa di analogo a quello che non accade con i giornalisti che si perdono a parlare di luoghi esotici e lontani, o che si divertono a creare thriller su fatti di sangue sorvolando poi su servizi che magari aiuterebbero di più le persone a conoscere i propri diritti o i politici che stanno al governo o i piani per il futuro del Paese. Ammesso che ce ne siano...Banali questioni insomma, informazioni che, in fondo, interesserebbero tutti ma di cui nessuno parla. Come della mafia. Dopotutto, nell'era della rivoluzione informatica, quale strumento migliore della comunicazione stessa per disorientare e disinformare chi si deve controllare?

martedì 18 dicembre 2007

..:: Immeback (con l'h?) ::..

Ed eccomi qua! Finalmente l'adsl è tornata a rallegrare le linee telefoniche di casa mia e di conseguenza mi è possibile riprendere l'attività internettiana. Son quindi riuscito ad aggiornare il mio sito domenica scorsa e a breve dovrei esere pronto a proporre nuovi ebook sul mio portale : l'incipt di un romanzo e un racconto (non miei, tranquilli!) di due autrici.
Tra l'altro, devo ammetterlo, ultimamente ho scritto poco....e non è affatto bene, no no. Qualcosina, ovvio, l'ho abbozzata e scritta. In particolare alcuni testi per una certa persona e nuovi capitoli per la mia saga fanta-horror "Il consacrato". Ad essere ancora più sinceri, in merito a quest'ultimo progetto mi son accorto di dover sistemare varie cosucce, alcune anche nei capitoli precedenti quelli su cui sto lavorando ora, già proposti su Fantasy Story e su altri siti letterari. Su questo mio blog invece dovrei tornare a ciacolare del più e del meno, regalare brandelli di vita vissuta in queste ultime settimane (i mercatini di Trento, lo sciopero dei tir, le vicissitudini per trovare una soluzione comoda e degna per capodanno...le peripezie per recuperare i regali di Natale...) o segnalare notizie inutili ma che ugualmente fanno riflettere. In fondo, se quelli di Studio Aperto sono tuttora in onda e vengono pagati pure...ecco...perchè non posso farlo anche io qualcosa del genere? Tipo potrei segnalarvi la notizia sui ragazzini che filmano con il cellular una propria compagna di classe mentre viene travolta da un autobus, oppure avvertirvi sui pericoli derivanti dall'impiego della tecnologia in ambiti non propriamente salutari...come analogamente non lo sono certo le abitudini alimentari di questo signore qui. Addirittura potrei parlarvi dei vari fumetti (One Piece!!!), anime (Last Exile!) e film che ultimamente ho letto o visto. Da ultimo La bussola d'oro, visto giusto ieri sera assieme a Silvia..solo che...beh...ormai si è fatta una certa ora e quindi...alla prossima ^_^

martedì 11 dicembre 2007

..:. Sciopero e disagi ::..

Visto lo sciopero dei camionisti e dei vari trasporti su strada di questi giorni....perchè non approfittarne per rivalutare l'idea di convogliare il trasporto merci su rotaie?
O di riorganizzare i trasporti in modo che ne circolino di meno per le strade? Dopotutti, molti di quelli che viaggiano sono vuoti....

Ma soprattutto spero che sia l'occasione buona per rivedere le politiche energetiche del nostro Paese.

lunedì 10 dicembre 2007

..:: Solidarietà a Luttazzi ::..

Dunque, sono ancora senza adsl a casa…e non ne posso più!!!!
Passi che Libero-Infostrada me l’abbia chiusa senza manco avvisarmi di quando e come sarebbe avvenuta la disattivazione che avevo richiesto, passi che quelli della Telecom ad oggi non si siano ancora fatti vivi e che la mia pratica sia ancora, inesorabilmente, “in lavorazione”, però non passa assolutamente la mia necessità di comunicare, di esserci, di partecipare nel web!
Per cui, per quanto poco, almeno un post cerco di pubblicarlo di straforo.
E ne approfitto per parlare di Luttazzi, che io personalmente ammiro e che spero di riuscire ad andare a vedere in febbraio quando si esibirà a Mestre.
Al tg ho sentito che hanno sospeso Decameron per “un uso criminoso”, direi, della libertà di espressione. Certo, i giornalisti del Tg 5 hanno esposto la notizia in modo chiaro, preciso, esaustivo, assolutamente non di parte. Citando pure il famoso “editto bulgaro” tra l’altro…In collegamento telefonico hanno intervistato il presidente di La7 (di cui scorrevano immagini in pose da duce) mentre in basso, sullo schermo, scorrevano scritte del tipo “insulti in tv” o “libertà di parola soppressa”.
Non nego che Luttazzi sia irriverente e che abbia insultato (ne siamo certi?) Ferrara ma, dico io, è tutto qui? Eddai, non penserete mica che siamo dei fessi! E che cavolo! Se consideriamo poi che Decameron faceva ascolti assurdi, da orgasmo visto la fascia oraria in cui andava in onda, i conti non tornano.
In ogni caso, perché non intervistare anche il comico? Perché non parlare anche del programma, un minimo di introduzione sulle tematiche trattate, dati sugli autori che collaborano per i testi, sulle reazioni del pubblico, su ciò che vogliono gli spettatori! Banalità insomma che magari permetterebbero a noi poveri fruitori dell’informazione di farci un’idea più chiara dell’intera faccenda.
Che poi, in realtà, Daniele comico comico non è, secondo me, essendo un artista che si occupa di satira. E colto e preparato (e pericoloso per quel che dice) per di più. Comunque, mentre ascoltavo la notizia mi è tornato in mente la sospensione del programma di Sabina Guzzanti su Raitre avvenuta qualche anno fa. Pure lì si è sollevato un polverone inutile su insulti e uso improprio di termini volgari e cose del genere insomma. Appigli su cui far leva per giustificare alcune decisioni di fronte al volgo. Dando per scontato ovviamente che il volgo sia ignorante e che accetti che limitazioni alla libertà di informazione vengano imposti allegramente a chi risulta esser scomodo.
Alla faccia della libertà di comunicazione in Italia!
Mi domando comunque perché Ferrara non si sia limitato a querelare Daniele…cioè, arrivare perfino a sospendere un programma per un motivo simile…eddai! Cosa dovrebbero dire allora i politici “sgamati” dalle Iene con i test sull’uso di droga, per dire?
Al contempo mi chiedo da chi sia foraggiato il presidente di La7…
Per quel che mi riguarda, a Daniele va tutta la mia solidarietà.
E ai giornalisti che hanno riferito la notizia, sinceramente, imparate un po’ a fare il vostro mestiere e a fornire un’informazione completa, oltre che su questo, su tutto. Anche sulle persone che vi comandano dall’alto se necessario. Avete un compito importante, non dimenticatelo. E non fateci fessi, soprattutto. Danke!


PS: vi invito a leggere questo articolo o visitare il sito di Daniele Luttazzi per leggere quello che è accaduto e che non ci hanno detto...grazie ancora per l'informazione completa ed esaustiva ^_^

mercoledì 28 novembre 2007

..:: Sine adsl ::..

:-( ...niente adsl per un poco...sigh sigh...come a S Giorgio delle Pertiche....sigh sigh...solo che a me prima o poi arriva ^__^
Fintantochè non mi attivano la nuova connessione mi sa che non mi riuscirà di aggiornare il blog però...



...se non di straforo dalla postazione di lavoro, ovviamente.

sabato 24 novembre 2007

..:: Di nuovo padova est! (sottotitolo: Biagio! Ma vaff...) ::..

Ma porca di quella pupazza saura!!!
Ma è mai possibile che un povero programmatore debba impiegarci più di un'ora per sgusciare fuori da Padova est al venerdì sera? Va che è incredibile! Un'ora quasi per percorrere 2-3 km!!! Tra la pioggia, tra un lieve incidente che si è verificato vicino all'Ikea (metterlo un semaforo finchè si protraggono i lavori stradali??), tra il concerto dell'inutile Biagio Antonacci nelle vicinanze...grazie a tutti questi fattori l'intera zona si è congestionata. Almeno son riuscito ad ascoltarmi tutto il gratest hits dei Dire Straits e un album dei DGM prima di lasciarmi alle spalle quell'intricato ingorgo di macchine e automezzi strombazzanti (ricordate: suonare il clacson aiuta sempre se siete bloccati in coda assieme ad altre centinaia o più di automezzi. Rende la gente più serena, aiuta a rilassare i nervi..) e pedoni. Già, perchè una volta giunti in prossimità del PalaNet, oltre che alle altre auto, bisognava prestare attenzione ai fans di Biagio. Esseri subumani che, in preda all'isteria, attraversano a casaccio le corsie comparendo improvvisamente ai margini della strada. Ma dico io: capisco morire sotto un'auto, ma morirci per andare a vedere Biagio Antonacci...ma daaaaaaiii!! E' un musicista quello lì? E allora cosa sono i Rhapsody of fire, i Vision Divine, i DGM, i Dark Lunacy, i PFM...
Che poi, un'altra chicca, ho notato un'ignominosa discriminazione ieri sera. In ambito parcheggi intendo. Già perchè il 30 ottobre al Pala Net hanno suonato i Dream Theater (e io c'ero!!!).
Musica metal: ergo gente "metallara" ne ha approfittato per venire a sentirli suonare. E non solo italiani, tra l'altro (mentre te, caro Biagio, hai fans dalla Germania che si precipitano a vederti quando suoni a Padova?). Metallari, brutta gente no? Sono sarcastico, ovvio, però per "noi" stranamente non c'era spazio nella strada e nei piccoli parcheggi dietro al Net Center. Nossignore. C'era la protezione civile: "non potete lasciare qui l'auto" "perchè?" "perchè ve la portano via" "ma che ca$$o dici!". E quindi, fai manovra e arrangiati. Ben diverso per i fans di Biagio. Per loro si c'era spazio. Poverini...spero solo che fosse senza voce ieri...

martedì 20 novembre 2007

..:: ...e mentre ::.

...e mentre su Ciao Darwin Gay ed Etero si stanno sfidando ad un'estenuante gara di canto, e devo dire che i primi sono stati astuti assai nello scegliere e reinterpretare una nota canzone di Renato Zero che, nella loro versione è divenuta "i migliori aaaani della nooostraaa viiitaaa"....e mentre al contempo mi domando come passi il tempo la modella che impersona Madre Natura durante il programma (sudoku? autoipnosi?)... Mentre il papa afferma che con una visione cristiana del matrimonio in Africa probabilmente non ci sarebbe l'aids lasciandomi un po' perplesso a dire il vero. Pensavo che forse lasciandoli ad arrangiarsi anzichè annientarli con aiuti umanitari e sfruttamento minerario, magari qualche passo in avanti riescono pure a farlo da soli. In fondo, ci siamo evoluti anche noi, no? Al massimo insegniamo loro l'uso dei preservativi e di metodi anticoncezionali se proprio proprio...che poi, mica esiste solo la visione cristiana del matrimonio, no? Cioè, i buddisti cosa prevedono, come fanno? E i musulmani? Uhm...forse per loro va anche peggio...e mentre in Italia assistiamo a nascita di nuovi partiti votati dal popolo (davvero?), voluti dal popolo (ma davvero?) e con gente...la solita...sempre la solita. E non parliamo delle idee, mamma mia...spero solo che gli italiani non ci caschino. Ma ne dubito fortemente. La cosa più inquietante comunque è che non mi è mai capitato di prendere parte a nessun sondaggio politico. Non sono mai in quel tot-per-cento degli italiani che dice la sua...chissà perchè...nel frattempo speriamo bene che la Levi-Prodi venga modificata e che un certo grado di libertà permanga ai blogger e ai web-naviganti...
Ad ogni modo, mentre nel mondo succede questo e molto altro (vedi Bangladesh...ma tanto...chissene no? Mica sono l'America o una nazione strategica per lo sfruttamento di risorse minerarie e non...) io passo oltre, lascio andare Van Halen in sottofondo e mi prodigo per portare avanti i miei progetti.

Forse perchè sono egoista? Ebbene...forse si.

Ad ogni modo, siorri e siorre, vi presento l'ebook di Alterazione!! (applausi!!)
Un racconto fanta-horror (più horror che fanta mi sa) che ho scritto sull'ispirazione di un famoso videogioco della mia infanzia uscito sia in versione arcade che per Sega Mega Drive. Ossia, Altered Beast ^_^
Buona lettura!!

PS: cliccate qui per il download dell'ebook

domenica 18 novembre 2007

..:. Errata corrige ::..

Segnalazione per tutti coloro che hanno ricevuto la mail con gli aggiornamenti del mio sito, il servizio di newsletter (più o meno) mensile in cui segnalo le ultime novità inserite.
Volevo avvisare che l'indirzzo corretto del nuovo portale che ho aperto è questo, leonardocolombi.altervista.org.
Chiedo scusa per l'errore...

sabato 17 novembre 2007

..:: Pallottole ::..

Ed eccomi qua, nuovamente a divagare. Questa volta su una tematica abbastanza attuale in questi giorni. Soprattutto a causa del giovane ucciso da un poliziotto domenica scorsa. Non ho seguito bene la vicenda ma credo che i media ci siano andati abbastanza a nozze con l'evento. Leggendo qualche stralcio sull'Ansa rimane aperta anche l'ipotesi che qualcosa non quadri. In ogni caso credo che si sia trattato di un evento molto forte e drammatico e che dovrebbe far riflettere molto. Soprattutto sull'uso delle armi e la loro presenza nel nostro presente. Anche perchè, per dire, per il poliziotto che ha sparato al giovane Gabriele Sandri ora si prospetta un periodo molto difficile mi sa, sotto inchiesta, sotto torchio eccetera...Però al contempo poi i media si dimenticano di eventi recenti come il tiratore scelto di Guidonia che solo dieci giorni fa ha causato un bel po' di problemi. Oppure basta qualche ricerca nel web e ci si imbatte in notizie come questa: 20 pallottole per un diciottenne. Ergo, c'è qualche problemino nella polizia e nelle forze dell'ordine? Forse. Oppure c'è qualche problema in un sistema che tollera la presenza di armi? Probabilmente è la seconda delle ipotesi. Ma non solo, perchè questi strumenti di morte in fondo sono figli di una certa mentalità economica che da che mondo e mondo accetta che persone umane muoiano purchè non vengano meno i guadagni che dalla vendita di armi (e non solo, ovvio) ne si può ricavare.

All that military, every weapon / Only shows how much we are afraid of (Rage - No Fear)

Queste sono le parole di una delle canzoni di una band power metal tedesca, i Rage. Credo siano molto azzeccate e illuminanti. Alla fin fine è vero che le armi esistono sin dall'alba dei tempi e che è proprio grazie ad esse che le civiltà nel corso dei secoli sono state costrette ad evolversi...però è anche vero che non ha senso ingannarci e continuare a credere che le armi siano l'unica via per mantenere l'ordine. Sono un mezzo, non lo nego. Ma non il solo. E il primo parte dalle persone stesse, dal modo in cui vivono e si relazionano agli altri. Dagli esempi che ricevono e che offrono, dalla paura nella quale vivono. Probabilmente ci sarebbe da riflettere quindi non tanto sull'azione di un poliziotto o sull'eccessivo comportamento che certi tifosi tengono ma sulla società che vive e respira ogni giorno. Meditare sul come questa sia stata educata e su come si vuole che vengano educate le generazioni a venire. Le quali spero possano vivere in un mondo più semplice, più autentico. In cui l'attenzione alle persone e alla vita sia maggiore, in cui la si smetta di scannarci per sciocchezze ma si pensi di più a realizzarci come umanità, a renderci migliori e più sensibili. Più umani. In cui, se proprio ancora ci fosse bisogno di ricorrere alla armi, se questa evenienza fosse del tutto inevitabile...beh...che almeno siano progettate dagli scienziati del premio Ignobel: pensate ai devastanti effetti di una bomba gay lanciata su di un manipolo di irriducibili ultras alle prese con un branco di hooligans ubriachi!!! Ommmmmioddioooo!!!

PS: per tutti coloro che non l'hanno visto consiglio vivamente il documentario Bowling for columbine : un'indagine sulle armi...e non solo...

mercoledì 14 novembre 2007

..:: Dubbiosa deviazione ::..

Giusto una capatina veloce sul blog stasera, solo qualche istante per condividere un mio amletico dubbio. Anzi, sfogo.
Il fattaccio: lungo la tangenziale che collega Castelfranco Veneto a Padova, procedendo verso quest'ultima città, all'altezza di Cadoneghe circa, il traffico si congestiona ogni mattina. A causa dei lavori di adeguamento per la strada che poi si collegherà direttamente a Corso Argentina le corsie vengono infatti ridotte da due ad una e spesso e volentieri, per lo più a causa di ciò, si procede a passo d'uomo per svariati km. Ad un certo punto compare però un cartello, un segnale verticale, su sfondo giallo: segnala ai camion di svoltare a destra...
Oh, ce ne fosse uno, uno solo che girasse!!!
E quindi ci si ingorga ancor di più...e pensare che se mettessero dei blocchi di cemento anzi, meglio ancora, un vigile a multare ogni camion che tira dritto ignorando il segnale...non riesco a immaginare quanti soldi avrebbe ora il comune di Padova...
Altro che fondi per finire la tangenziale!! Qua potremmo addirittura iniziare a parlare di stazioni di servizio e piazzette di sosta alberate lungo il percorso!!
Che alle volte, mentre sei lì, fermo in coda, magari dietro ad un camion che ti preclude completamente la visuale e ti obbliga a respirare i suoi amorevoli gas di scarico, con a fianco una corsia completamente libera ma inutilizzabile sulla quale nonostante tutto sfrecciano moto e motorini vari...ecco...certe volte verrebbe davvero da lasciar l'auto e scendere e procedere verso la città a piedi...un po' come Michael Douglas in "Un giorno di ordinaria follia"....non so se avete presetne il film..

lunedì 12 novembre 2007

..:: Super eroi ::..


Prima, a cena, ho iniziato a vedere il secondo film sui F4, ovvero "I fantastici 4 e Silver Surfer". A suo tempo non l'avevo visto al cinema e avevo voglia di qualcosa di leggero e sconclusionato. E a giudicare dai 20 minuti scarsi che ho visto finora...mamma mia, erano proprio in forma al momento di scrivere la sceneggiatura e in fase di regia. Non credo di essermi perso niente insomma, magari mi ricrederò più avanti ma per ora, nisba. Chissà se con tutti i film che la Marvel ha sfornato (premetto che sono un lettore di fumetti e che per anni ho seguito gli X-Men) prima o poi non avranno la pensata di girarne uno riguardante una delle mega saghe che ogni estate propongono? Quelle avventure cataclismatiche che scombussolano un po' tutte le testate supereroistiche. Io spero che prima o poi si decidano e producano, ad esempio, "L'era di Apocalisse" per gli X-Men. O, ancora meglio, la saga di Onslaught per la quale è fondamentale la presenza del figlio di Reed Richards e Susan Storm. 
Ma tanto...ogni qualvolta che si son decisi a girare un film sui supereroi han sempre dovuto rovinare tutto con pensate senza senso e aggiunte e travisamenti assurdi. Basta pensare allo scempio compiuto con Spawn. Questo personaggio lo conoscevo da anni ma solo di recente ho preso a seguirne le vicende e, se fossi un produttore, fiuterei l'affare e mi prodigherei per realizzarne una bella versione animata e poi un film. Serio però, orrorifico e distruttivo al punto giusto. Magari qualcosa a che fare con l'apocalisse raccontata negli ultimi numeri del fumetto. Strepitosi devo dire, davvero ben realizzati. Anche dal punto di vista della spiegazione dell'eterna lotta tra Dio e Satana. Ve lo consiglio! Certo, non si tratta del classico super-eroe ma in fondo, esistono davvero gli eroi? Personaggi in calzamaglia pronte a combattere in nome della giustizia? Persone con grandi poteri ed enormi responsabilità disposte ad adoperarsi per il bene del prossimo? Ebbene si, esistono. E no, mi spiace, non sono gli "americani" con i loro marines e i loro film autocelebrativi. Gli eroi esistono e li incontriamo ogni giorno. Addirittura esistono eroi anche nei paesi poveri del mondo. Già perchè se ci fate caso non ci sono quasi mai super-eroi africani che aiutano i bisognosi, arabi dotati di straordinari poteri o asiatici (tranne i giapponesi) capaci di volare o manipolare la materia. L'unico di cui io abbia memoria è Maggot, un x-men africano che a me non dispiaceva affatto. Un personaggio drammatico e sofferente...che dopo pochi numeri hanno eliminato dalle testate fumettistiche. Un caso mi sa. 
Come il fatto che non ci siano super-eroi italiani. Quelli bonelliani in fondo di italico non hanno manco il suono del nome con cui vendono le proprie gesta. A parte Rat Man ovvio...e ora, come si suol dire, "fletto i muscoli e sono nel vuoto"!!

sabato 10 novembre 2007

..:: How do you say "Schei" ? ::..


Ma peeerchèèè, mi domando io, peeeerchèèèè tutto lentamente ed inesorabilmente aumenta di prezzo? La benzina ad esempio. Fino a qualche giorno fa la pagavo 1287 al litro in uno dei miei distributori di fiducia e adesso è passata a 1304. Benzina verde intendo. Oppure l'autolavaggio: da 5 a 6 euro. E non ho nemmeno fatto in tempo ad asciugarmi l'auto e a pulirla in tempo tra l'altro, causa "scherzone" di mio nonno che stava armeggiando con il "telesalvalavitabeghelli o simile". Momenti di panico e incertezza, la chiamata di mia mamma, i tappettini afferrati e lanciati in auto senza perder tempo, la sgommata e le corse furibonde e poi... niente, ho solo premuto per sbaglio. °_° Beh, meno male dai. Ma non fatemi divagare come al solito. Oppure anche la pasta che prima trovavo a 49 cent per le confezioni da mezzo chilo e ora per la stessa quantità siamo sui 56/58 centesimi. Piccolezze per carità ma, 5 centesimi qua, 5 di là, che però, sommandosi, alla fine diventano una cifra. E se poi a questo aggiungiamo nuove tasse di cui i politici discutono (tipo quella sui blog...) o aumenti determinati da multinazionali e compagnia bella con la scusa che certi prodotti sono comunque indispensabili o che pian pianino ci stiamo avvicinando al periodo delle feste...beh, campare diventa sempre più difficile. Anche perché casualmente lo stipendio dei lavoratori dipendenti tende a non aumentare di pari passo con il prezzo dei beni di consumo per i quali la gente dilapida i propri patrimoni. O in relazione ai mutui o ai debiti che si contraggono. Manco avessimo in giardino alberi sulle cui fronde crescono soldi e bancononte oppure ci vestissimo di carta monetaria (si dice?) come l'avvenente signorina della diapositiva. E io non mi lamento neanche più di tanto: in fondo ho uno stipendio discreto per un giovane. Ho letto cose ben peggiori in giro per la rete, fra tutti su "schiavi moderni" distribuito da Beppe Grillo. Speriamo però che nel futuro le cose si stabilizzino un pochettino sennò sarà un zinzino più difficile sopravvivere senza iniziare attività secondarie più remunerative e meno oneste. Altrimenti ci sono tanti bei lampioni ancora liberi in tangenziale...ah, a proposito, avete visto che hanno modificato quella che collega Padova a Castelfranco? E se non lo sapevate ve lo dico io: hanno aperto un tratto nuovo!! Finalmente!!! 
...anche se qualche cartello o avviso in più non guasterebbe...almeno per regolarsi, per sapere quali uscite esistono...ma in fondo siamo in Italia, no? Di conseguenza la segnaletica stradale è qualcosa a metà tra un'opinione e un quadro di Kandisky



PS: nuovi aggiornamenti sul mio sito personale ^_^

giovedì 8 novembre 2007

..:: Varie ed eventuali 2 : il ritorno ::..

Va ora in onda: divagazioni senza senso. Ovvero quattro chiacchiere o giù di lì sugli argomenti di cui più mi va di parlare. In primis la morte di Enzo Biagi. Sinceramente lo conoscevo poco ma mi dava l'impresione di essere un vero professionista, un giornalista vero e proprio. Non ho seguito bene gli sviluppi del caso o i commenti dei vari potenti di turno tuttavia alcuni stralci di notizia mi hanno dato da riflettere. Possibile che nessuno si sia ricordato dell'editto bulagaro di Berlusconi? Cioè io spero di si perchè è facile parlare di voce libera, indipendente eccetera ma non dovrebbe esserlo altrettanto scordarsi quel che è successo. Per chi non rammentasse comunque, l'editto bulgaro fu una testimonianza di come la libertà di espressione in Italia sia un concetto vago e poco definito. O meglio, un zinzino legato al potere economico di certi personaggi. Apro una parentesi comunque, il governo Berlusconi non ha agito per niente bene (no no) in merito alla sospensione di Luttazzi, Biagi e Santoro dalla Rai. Però non è che la sinistra si stia dimostrando migliore. Avrebbe potuto richiamarli e invece...in compenso Luttazzi è tornato da poco in tv, su La7. E io mi son già perso la prima puntata di Decameron mi sa. Passando ad un'altra notizia, vi segnalo questo sito sulle Scie chimiche. Non si tratta di scie di crack o qualche altra droga chimica ma di osservazioni e ricerche in merito a strani fenomeni che avvengono nei cieli. Nei nostri cieli. E non è una bella cosa sapere che possono controlloare e condizionare il tempo atmosferico. No no. E speriamo bene che chi di dovere vigili. Al contempo è interessante notare come tra un'intervista ad un politico o ad un altro, tra un po' di sano gossip, tette e scandali vips non riescano a trovare spazio notizie "importanti" come qualche riferimento a potenziali polveri nell'aria che aiuterebbero o meno le nubi a formarsi o la diffusione/creazione di nuove malattie o il condizionamento delle economie alimentari. E da qui a peggio o meglio a seconda della vostra fiducia nell'uomo. Al limite ci penserà qualche catena di Sant'Antonio, mail e mail di gente che scrive a tutto il mondo e oltre per annunciare, ad esempio, l'imminente chiusura dei server a cui si appoggia messenger o della raccolta fondi per questa o quell'altra bimba malata di una malattia ancora non diagnosticata. Catene che spesso sono da guardare con sospetto...magari tenendo d'occhio anche siti come il disinformatico. Che non è, fate bene attenzione, da confondersi con l'informatico ^__^ (scherzo, ovviamente)

PS: prima o poi anche io vorrei tentare l'esperienza a cui s'accinge l'ominide qui a lato. Dev'essere liberatorio assai...

martedì 6 novembre 2007

..:: ... e ora Beta ::...

In principio c'era Cipeto, un canarino che ho avuto per svariati anni quando ero piccolino. Andavo ancora alle elementari. Ricordo come si gonfiasse e aprisse appena il becco quando mi avvicinavo. Allora infilavo un dito tra le sbarre della gabbietta e lui si avvicinava e mi beccava leggero, seguendo il contorno delle unghie...mi ricordo quanto se la spassava quando gli mettevo la vaschetta per il bagnetto e di come cantava felice quando gli andava. Poi ci sono stati alcuni pesci rossi, tutti tragicamente morti e una tartaruga. Un giorno di agosto poi è arrivato Baghera, un micio nero che ho trovato nei pressi del parcheggio davanti casa. Dove posteggiavo abitualmente la mia Escort. Un micio adulto, nero, selvatico. Per qualche motivo gli ispirai fiducia e mi seguì fino a casa. Dapprima se ne stava fuori poi, rapidamente in realtà, divenne il micio. Il mio micio. Ricordo che mi seguiva quando rincasavo, scortandomi nel tragitto dall'auto a casa. E di come andasse matto per il tacchino o come si infervorasse quando si giocava e agitavo spaghi o pezzi di stoffa dietro l'angolo delle porte. Una volta si era preso qualche malattia, tipo influenza o giù di lì. Lo portammo dal veterinario che si muoveva appena. Ma la paura e il terrore lo aiutarono a riprendersi alla svelta. Fu un lampo, una furia nel graffiarmi in più parti (anche poco sopra l'occhio) e nel fuggire. Però tornò a casa una settimana dopo, magro ma guarito. Non era un micio particolarmente affettuoso, anzi. Era randagio e fiero con una voce roca e un po' strozzata. Però si metteva a dormire sulla mia sedia, sapeva qual era il mio letto, e aveva carattere nel farsi rispettare. Soprattutto per il fatto di dover convivere con le mie cagne, Dora (piccola taglia) e Crystal (media taglia). Purtroppo quando traslocammo, l'agosto scorso, abbandonando la mia casa per venire ad abitare qua dai miei nonni Baghera non ne volle sapere e così, nonostante qualche tentativo, lo persi. La casa non gli comodava, credo. Niente più mici quindi. Beh, avevo Crystal e Dora ovvio ma a me andava di avere anche dei mici. Non lo so perchè però su di me i gatti esercitano un certo fascino. Mi piacciono. Ed è capitato per caso di incappare in una ragazza (indovinate chi?) che ne regalava due: Eta e Beta. Che in giugno si sono trasferiti da me. Due gattini teneri teneri, coccolosi e coccoloni, sempre vispi e attivi. A cui poi se n'è aggiunto una terza, ribatezzata Alfa, che praticamente sta più a casa mia che in quella dei suoi legittimi padroni. Mici che non mi spiaceva affatto avere per casa, che un po' mi facevano dannare (quando sporcavano!!) ma che adoravo coccolare. E anche loro apprezzavano, già già. Peccato però per la posizione della mia casa, così vicina alla strada...Eta è stato il primo a farne le spese, in agosto, mentre ero in Croazia. Mentre Beta, la mia miciotta, ieri notte. Mi mancherà. Anche perchè era davvero di compagnia, coccolosa e ruffiana oltre ogni limite. La mia sveglia miciesca, visto che ogni mattina arrivava a svegliarmi facendo le fusa. Aveva anche il vizio di scortarmi dal cortile in cui lascio l'auto fino all'uscio e, purtroppo, anche quello di vagare in giro...E ora anche lei se n'è andata, vittima della strada: un impatto mentre tornava verso casa mia a giudicare dalle ferite sul lato sinistro del corpo. Mi spiace un casino, non so che altro dire. Anche perchè a lei mi ci ero affezionato. E soprattutto mi sento in colpa per averli fatti traslocare in una casa "a rischio", troppo vicino ad una strada...



OT: oggi questo blog sta facendo il record di visite della sua storia...mi sa che a breve mi converrà inserire un post interamente dedicato a Spawn

domenica 4 novembre 2007

..:: 04/11/2007 -> 4 + 11 + 2 + 7 = 24 ..azz.. ::..

Oggi finalmente sono riuscito a terminare la visione del film Number 23, con Jim Carrey, in assoluto uno dei miei attori preferiti. Quando era uscito al cinema non ho avuto l'occasione di vederlo e quindi ho recuperato in questi giorni. Devo dire che avevo sentito pareri discordanti in merito a questa produzione. Come al solito d'altronde quando si parla di film e libri. A me comunque è piaciuto abbastanza. Jim Carrey in versione dark non mi è dispiaciuto affatto così come ha ben reso la personalità di Walter sempre più vittima della propria ossessione fino alla scoperta della verità. L'epilogo mi ha lasciato un po' così, a metà tra il soddisfatto e il deluso ma devo dire che è abbastanza azzeccato. Non so se le congetture sul numero 23 siano effettive o solo frutto della finzione però le ho trovate intriganti. Soprattutto per l'ossessione che riescono ad alimentare nella mente del protagonista, sempre più coinvolto nella lettura di un libro che sembra parlare di lui e della sua vita. Come se l'autore lo conoscesse meglio di chiunque altro... Unica pecca che nel tutto la storia d'amore tra Walter Sparrow (Jim Carrey) e sua moglie (Virginia Madsen) : capisco che si deve tagliare corto su alcuni particolari ma, dico io, come fa una a frequentare e a sposare un tizio che incontra all'uscita di un istituto psichiatrico senza sapere nulla di lui? O, se invece sapeva tutto di lui, perchè regalargli il libro attorno a cui tutti il film ruota allora? Misteri che solo Joel Schimacher conosce... In ogni caso promuovo il film, non a pieni voti ma lo promuovo. Alla fin fine devo ammettere che da un po' di tempo a questa parte Jim è una sorta di granzia: tra Truman Show, Man on the Moon, The majestic, Una settimana da Dio e "Se mi lasci ti cancello" non mi sono mai pentito di nulla!!
Mentre invece un po' mi pento - notare il collegamento logico tra questo periodo e il precedente - della mia voce nasale e un po' menomata dal leggero raffreddore con cui convivo. Ancora per poco spero. Non che di solito sia splendida la mia voce però a sentirmi in registrazione su RekStory un po' di imbarazzo lo provo....

PS: mi raccomando, visitate questo mio nuovo sito e partecipate!!

sabato 3 novembre 2007

..:: Progetti ::..

Eccomi nuovamente a postare qualcosa su questo blog. Avevo una mezza idea di scrivere una sorta di invettiva contro il prezzo della benzina di un certo distributore di Trebaseleghe (l'unico che c'è!!!) che si fa pagare di più per il self service rispetto a quando ci si fa servire. 2 centesimi di litro ad euro di più non sono proprio pochi. Ma da bravo italiano paziente e rassegnato a chinar il capo l'unica cosa che posso fare è segnalare i costi del carburante su prezzi benzina e boicottare. In ogni caso, nono sono qui per parlarvi di questo.
Anzi.
Volevo accennarvi oggi ad alcuni progetti letterari o quasi. Il primo è promosso da L&Studio con cui ho cooperato per realizzare l'ebook Bi-Sogno (disponibile qui oppure in altri siti rintracciabili con una semplice ricerca su Google). Si tratta della realizzazione di un'antologia poetica intitolata "La città nuova" da realizzare con i contributi di più poeti e da diffondere tramite book crossing. La partecipazione è gratuita e questo mio post serve appunto per diffondere ulteriormente la voce. Se siete interessati quindi, non esitate a scrivermi per saperne di più ^__^
Un altro progettino che vorrei segnalarvi riguarda invece un sito che nelle prossime settimane dovrei mettere online assieme a qualche amico e che vi permetterà di proporre vostre opere - racconti, raccolte di racconti e romanzi in particolare - con l'ottica di realizzare ebook gratuiti da distribuire tramite internet per il momento. Poi, più avanti si vedrà: le mie idee sono molteplici ma non vorrei creare troppe aspettative ora. Comunque sia, se siete interessati, contattatemi per altre informazioni ^_^ Anche nel caso siate disegnatori interessati a proporre vostri fumetti o illustrazioni!!

giovedì 1 novembre 2007

..:: Dream Theater ::..

30 ottobre 2007 palasport San Lazzaro Padova : DREAM THEATER!!!!!
E io c'ero!!!!!

Arrivarci è stata un po' un'odissea per via del tempo (quel giorno ha sempre piovuto, da mattina a sera), per la viabilità dissacrata di Padova che ha causato svariati ingorghi sulla strada dei Dream e per tentativi di parcheggio andati a vuoto. Ma in ogni caso, siamo arrivati. Per la cronaca, eravamo in 4. Un po' mi è spiaciuto esser arrivato sul finire dell'esibizione dei Symphony X ma vabbè...è stato un sacrificio acettabile. Almeno li ho visti, li ho sentiti suonare per qualche minuto...Sarebbe stato invece imperdonabile perdere i Dream. Hanno iniziato alle 21 (mezzora in anticipo) per due ore di concerto con una piccola pausa alle 22.40 quando hanno tentato di svignarsela ^_^
Personalmente i Dream Theater mi piacciono assai ma non li avevo mai sentiti dal vivo. E devo dire che sono stati grandiosi, tecnicamente validi come nei loro cd, potenti e carismatici, vibranti! Peccato un po' per LaBrie che a mio avviso un po' giù di voce ma per il resto, grandiosi davvero. Per quanto non si trattasse certo di una data importante del loro tour mondiale hanno suonato davvero bene, coinvolgendo il pubblico, pescando brani da svariati album della loro carriera. Unico neo quella piccola imprecisione sull'attacco di una canzone che ha costretto Portnoy ad alzarsi e ad interrompere spiegando al pubblico "..this fucking song...fucking europe...ecc.." che, per i non pratici di inglese significa "suvvia ragazzi, non è giusto inziare in codesto modo di fronte ai nostri affezionati fan italiani e non. Orsù, impegniamoci maggiormente e ricominciamo con rinnovata grinta e volontà! Coraggio!". Ma per il resto tutto è andato meravigliosamente tra gli assoli di Petrucci, il virtusoismo di Rudess, la tenacia di Myung e l'energia di Portnoy e della sua pachidermica ed infinita batteria!!! In defintiva una magnifica esperienza, una forte emozione, una grande soddisfazione aver avuto l'occasione di sentirli dal vivo!!!

sabato 27 ottobre 2007

..:: Poste ::..

Oggi sono tornato in uno di quei luoghi che adoro frequentare, uno di quei posti che tanto mi fanno sentire vivo, vibrare dentro....e porconare come un indemoniato che ha appena vinto alla lotteria. Sono stato alle Poste. Ma peeeerchèèèèè?? Ma peeeeerchèèèè gli uffici postali del mio paese (che per motivi di privacy scriverò al contrario Ehgelesabert) sono così, come dire, scandalosamente mal organizzati? Era da un po' che non frequentavo il posto e invano speravo le cose fossero cambiate in meglio. E invece...dei quattro sportelli adibiti al pagamento di tutto e di più, dedicati alle consulenze, alle domande varie ed eventuali che i clienti possono esporre (del tipo, a che ora inizia il film in sala 3?) due sono stati rimossi e sostituiti con una sorta di pseudo vetrina di prodotti inutili. Cd di Pavarotti, cd di Morandi, libri di ricette, cartelloni pubblicitari su mutui, investimenti e quant'altro... Gli altri due ovviamente erano chiusi. Ma vabbè, usiamo i due destinati alla spedizione di pacchi e lettere e raccomandate...di cui uno aperto ma non presidiato. Mah...Comunque sia, espongo il mio dilemma esistenziale e vengo dotato di un moduletto da compilare. Vado a compilarlo. Torno indietro dodici millesecondi dopo per chiedere una penna e ritorno. Inserisco i dati, tutti. Torno allo sportello. A questo punto i dati devono essere inseriti al pc, ergo li detto. Anche se sono praticamente gli stessi del moduletto...mi domando allora peeeerchèèèè? O il moduletto è fasullo o i dati al pc sono inutili. Non li si possono inserire nel moderno pc dello sportello e farli stampare direttamente dal macchinario? No...così come non si può pagare col bancomat per quella pratica. Ma peeeeerchèèèèè? Colpa della ABI...vabbè, qua posso anche capire. Però quello che non mi riesce di tollerare è il geniale buonsenso su cui tutto sembra poggiare. Che poi, perchè le poste sono diventate un crocevia così importante per tutto? Devi inviare o ricevere lettere, pacchi o raccomandate? Vai alle poste! Devi pagare bollette del gas, del telefono e quant'altro? Vai alle poste! Vuoi aprirti un pseudo conto corrente a buon mercato? Vai alle poste! Vuoi una carta PostePay? Vai alle poste!! Ma peeerchèè? Perchè non lasciare che le poste si occupino solo di poste e spedizioni et pulchra compagnia? Magari le bollette del gas le si potrebbe andare a pagare in un ufficio "del gas", quelle telefoniche in qualche centro 187...cose del genere insomma. Non sarebbe più semplice? Almeno le code sarebbero minori, le competenze degli operatori settoriali...e soprattutto non ci sarebbe il subdolo tentativo di tramutare le poste in qualcosa che non sono. Tipo un negozio.

giovedì 25 ottobre 2007

..:: Criptico ::..

Magari non capirete il senso di questo post ma lo pubblico lo stesso. E a quella persona a cui è indirizzato dico solamente due cose: idem e...





...danke davvero davvero!!!

mercoledì 24 ottobre 2007

..:: Dovrei inserire un titolo....forse... ::..

In sottofondo l'album "Infinity" dei Devin Townsend's Band, da qualche parte nella stanza il biglietto per i Dream Theater a Padova il 30 ottobre, qui a lato della tastiera l'invito alla premiazione della XII edizione del concorso letterario nazionale "Eraldo Miscia - Città di Lanciano", in Thunderbird alcune decine di mail da leggere, idem se non peggio su Gmail...ma io ho voglia di parlare d'altro, per cui....
Ho appena terminato di vedere "Sean Connery e la leggenda degli attori inutili"...aspetta che alzo un po', questa mi piace (---> War dei Devin Townsend's Band). Per chi non lo sapesse si tratta di un ridoppiaggio non autorizzato di "The league of extraordinary Gentlemen": da vedere!!!! Gente ve lo consiglio caldamente: dopo Star Whores e Sperman gustatevi questo film!!! A dire il vero già il film originale era una cagata pazzesca, come più e più volte sottolineato nel corso della pellicola "riadattata" con scene ironiche e demenziali. Ad esempio quella della riunione a bordo del Nautilus in cui gli attori, perplessi loro stessi, esprimono i propri dubbi in merito a viaggiare tra i canali di Venezia con un sottomarino e poi correre tra le calli con un'auto ma "Non solo!" sottolinea il dottor "Banner" (Jekyll), "prima è apparsa la scritta Luglio 1899....e a Venezia c'è il carnevale...non mi pare siano passati sette mesi..."
In ogni caso, sostenete CarlettoFX !!!!

lunedì 22 ottobre 2007

..:: Ehm, excuse me sir... ::..

Inizio a scivere questo post senza aver bene chiaro in mente di cosa parlare. Di certo mi va di toccare l'argomento "geniali idee di Levi" in materia di Blog e internet. In effetti ne sentivo la mancanza. Di limitazioni alla libertà di pensiero, stampa e quant'altro e di nuove tasse. In fondo, questo governo è stato eletto proponendo "la tassazione ed il controllo dei blog" nei punti del proprio programma. O almeno questo è quello che si legge su un recente post del sito di Beppe Grillo e in molti altri del web. Non mi è chiaro se sia effettivamente una proposta di legge o una provocazione. Di sicuro credo che c'entri quel che è successo col V-Day e con i recenti attacchi verso Mastella. Eccessivi sicuramente (magari un po' di umiltà e un mea culpa brevissimo sarebbero d'uopo). Anche se comunque non rendono migliore e più accettabile la suddetta proposta. Siamo in un Paese democratico, no? Che riconosce alcune libertà inviolabili ai propri cittadini, dico bene? E poi, internet è stata ed è una delle più grandi rivoluzioni degli ultimi decenni. Di fatto ha cambiato il modo di comunicare, ha annientato distanze, ha reso fulminea la comunicazione e fruibile all'ennesima potenza ogni tipo di informazione. Peccato che in Italia questo forse sia passato poco e la maggior parte delle notizie arrivano ancora solo tramite i canali tradizionali, che permettono una fruizione più passiva. E mediata, con meno possibilità di confronto e di ricerca del vero. Dopotutto, come diceva anche Keats, "la bellezza è verità, la verità è bellezza"....ma la verità può esser scomoda...e quindi se si può veicolarla o condizionarla, ecco...Ad ogni modo la cosa più agghiacciante secondo me è che il governo attuale con una mossa del genere si rende ancor più complice del precedente in materia di controllo mediatico. E non va bene, no no. Soprattutto perchè si tratta di un atto anti costituzionale mi sa, ottuso e che gli elettori non hanno mai richiesto. Tra l'altro, ogni tanto quei simpaticoni dei nostri parlamentari e company sfoderano fantomatici risultati di sondaggi: i sondaggi ci danno in testa di 10 punti, i sondaggi dicono che il 71,34566778 % della persona approva quel che stiamo facendo, i sondaggi dicono che agli italiani piace il gelato al pistacchio, i sondaggi dicono che gli italiani si sono rotti i cogl...no, questo sondaggio è un falso...cestiniamolo va. Al contempo, e qui subentra l'ottimismo che mesi di servizio presso l'Unieuro mi hanno insegnato a praticare (Gianniiii!!!), c'è il rovescio della medaglia. A meno che non vi abbiano truffati, il rovescio c'è sempre. E' quello dietro al dritto della medaglia, eccolo là, perfetto. In questo modo si stimola l'ingegno la fantasia. Siamo Italiani in fondo, no? Chi più di noi può raggirare le leggi che i governi creano? Chi può dire cosa accadrà veramente, se una calma placida accettazione di ciò che accade o se un minimo di incazzosa rivoluzione? Chi può dire se l'informazione cambierà forma di viaggiare, a piedi anzichè sulle autostrade di internet e dell'adsl? Per chi ce l'ha, ovvio [1]. Chi sa pronosticare come reagiranno gli utenti del web, se i blog si adatteranno, se migreranno, se fioriranno mailing list clandestine...corrieri di contrabbando che porteranno avanti la causa della libertà, la lotta contro l'oppressione, la sfida ai giochi del potere, ai soprusi...già me li vedo agire nell'ombra, scrivere in codice cifrato, agire con perseveranza per un mondo in cui tutti abbiano il diritto di chiamarsi Pino....
Comunque sia, sono curioso di sentire come si pronuncerà Luttazzi in merito ^_^

[1]: lancio un appello alla Telecom: elargite adsl anche in quel di San Giorgio delle Pertiche!!

sabato 20 ottobre 2007

..:: PD Est ::..

"Ditemi perchèèèèè se la mucca fa muuuu il merlo non fa meeeeee!!" cantano gli Eelst...che poi sarebbero gli Elio e Le Storie Tese. Chissà chi l'ha voluta sta mania degli acronimi e delle sigle. Comunque, a dire il vero volevo scrivere: ditemi perchè la mia micia fa "Meo" quando più e più volte ho cercato di farle capire che il mio diminutivo è "Leo". Mah...forse la mia pronuncia in miciese non è così perfetta come credevo. Ad ogni modo, sempre in tema di citazioni canore (e vi confesso che dal vivo, se canto, mi scambiereste tranquillamente per uno gnu agonizzante per eccesso di stitichezza), vai di Subsonica: "Strade che si lasciano guidare forte / Poche parole piogge calde e buio / Tergicristalli e curve da drizzare / Strade che si lasciano dimenticare...". Già, strade. Ho deciso di dedicare questo post alle magnifiche strade del Veneto. Trafficate, insufficienti, caotiche. Alcune costruite sopra il pongo mi sa visto le buche, gli avvallamenti e compagnia bella che presentano. Altre invece insensate, con segnaletica stradale umoristica. E poi con alcuni posti particolarmente felici in cui è sembre bello (tentare di) circolare. Ad esempio Padova Est. Non che prima fosse scorrevole ma da quando hanno iniziato i lavori per collegare Corso Argentina alla tangenziale che porta a Castelfranco...miiiii!! Un bordello che non vi dico. Ma non di quelli che intendete voi, con procaci donnine a disposizione. No, per quelle basta circolare di notte sulle tangenziali...porette... Ad ogni modo, dicevo, ci sono qua e là situazioni caotiche. Ma visto che siamo in Italia, perchè non complicarci ulteriormente la vita? Perchè non chiudere tutto senza mettere manco un cartello nei giorni precedenti il delicato intervento? Misteri che solo Visnù conosce...Di sicuro sarà ancora più avvincente recarsi e tornare dal lavoro...che poi la gente si stressa, diventa più agguerrita, più stravagante e sportiva nel modo di guidare e capitano simpatiche situazioni come quella della foto, abilmente immortalata dal mio cell...ah, che bello aver investito così tanto sul trasporto su auto...altro che potenziamento di mezzi pubblici...altro che Groninger...

mercoledì 17 ottobre 2007

..:: Rosa rossa ::..

Direi una data da segnare, si si. Per voi magari sarà un giorno come tanti ma per un paio di persone su questa terra (per un paio, almeno!!) si tratta invece di un giorno importante ^_______________^ E come promesso ecco qua una foto (o forse due...decido tra qualche istante...) di me e Silvia. Carina vero? Come si!?? Dovete dire "no, non è carina: è splendida!". Riproviamo...Ok, lo ammetto, non sembriamo proprio freschi freschi...anzi...nella foto io soprattutto ho la faccia di uno non particolarmente vispo, deportato da chissà quale parte del mondo, finio come na calsa...ma vi assicuro che è solo apparenza. Sotto sotto c'è un mare di emozioni, di gioia e di felicità che manco vi sognate, di benessere ed equilibrio che finalmente ho trovato ^_____^ Lei invece è venuta bene (come non potrebbe?): serena, limpida, sguardo all'orizzonte, come se vedesse già qualcosa che io al momento ignoro...d'altronde...avendo la testa tra le nuvole come al solito...e comunque rimango dell'idea che la foto con la linguaccia era migliore :-)) Ad ogni modo, siccome non so bene cosa dire ora e visto che pure in sto momento c'ho una preoccupante paresi facciale che mi blocca in modalità "sorriso spensierato di chi sa perchè sorride mentre il mondo - forse - no", probabilmente spiazzato anche da una certa rosa che davvero (davvero) non mi aspettavo, direi di cedere il microfono ai Bluvertigo che giusto oggi ascoltavo mentre rincasavo da Padova: credo dicano molto di quello che avrei voluto dire io ^__^ Se ci credi, se hai fiducia in me / con un patto noi ci consacreremo / senza gli abiti, senza affanni / incontro ai viaggi dell'immaginazione / sembra casa mia, sembra pace / Sembra casa tua, sembra nostra / Complicità, il sogno di sempre / su questo pianeta solo noi due / spirito e corpi disgiunti / poi in un istante congiunti / ma io mi sento il sangue pulsare in te / Ritrovare i noi la Divina Idea, la calma / dolce di chi si parla nel silenzio delle parole / suoni, sguardi, visioni e passioni / sembra casa mia, la mia chiesa / Sembra casa tua, sembra nostra / Complicità, il sogno di sempre / su questo pianeta solo noi due / spirito e corpi disgiunti / poi in un istante congiunti / ma io mi sento il sangue pulsare in te (Complicità)

lunedì 15 ottobre 2007

..:: Energia e pubblicità ::..

Avete presente la pubblicità dell'Enel? "Se fosse così facile avere l'energia, probabilmente, non avreste bisogno di noi". Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se la risposta, anche se mi rendo conto che non si tratta di una domanda, fosse : e se invece fosse così facile avere l'energia? Caspita! La risposta in realtà è un quesito...mumble mumble...Cioè, io ogni volta che vedo quello spot passare in tv rabbrividisco. Non sarò un esperto in materia energetica ma mi trovo a constatare che ci hanno abituato da sempre a dipendere dall'energia elettrica. E se poi non si riesce a produrne abbastanza? E se per produrla si devasta l'ambiente o si inquina? E se invece per produrla si potesse ricorrere a soluzioni come quelle ipotizzate da Rubbia? Per dire, basta leggere qui oppure qua per farsi venire alcuni dubbi. O almeno, a me vengono. Non è che ci stanno fregando? Non è che potremmo avere di più e meglio senza dipendere da un ente come l'Enel? In fondo, la dipendenza è una gran brutta cosa. Anche perchè poi preclude ogni possibilità di rapido cambiamento, contagia la mentalità delle persone, crea assuefazione ad un certo modo di vivere. E sprecare risorse. E' come una droga somministrata alla società che, di conseguenza, ne diviene schiava. E purtroppo non si tratta di una forma di assuefazione dolce e benefica. Come l'amore ad esempio..ah, a proposito, prometto che prossimamente pubblicherò qualche foto di Silvia. Giusto il tempo di recuperarne qualcuna ^_^ Ecco, avete visto? E' così che poi succede...uno diventa assuefatto e schiavo di certe dinamiche emotivo sentimentale e trova ogni scusa per finire col parlarne...e non vuole liberarsene più. In fondo, dico io, è una fonte di energia pulita no? L'amore intendo. Quello che dovrebbe esserci oltre che tra due innamorati anche tra le persone in generale. E tra le persone e l'ambiente, verso quella Natura che troppo spesso trascuriamo e deprediamo.

domenica 14 ottobre 2007

..:: Vecchi? ::..

Il post di oggi ho deciso di incentrarlo su questa strana malattia. Beh, avevo anche una mezza idea di parlare delle strade venete e di alcune simpatiche situazioni che capita di vivere o vedere. Ma poi ci ho ripensato e, anche sull'onda di ciò che ho visto oggi, ho deciso di parlare di vecchiaia. Stamattina ho fatto una piccola capatina a Tessara dov'era in corso una manifestazione/fiera. Ok, ammetto di esser andato lì principalmente per trovare Silvia...ad ogni modo ho visto numerose bancarelle gestite da persone anziane (idem per quella a cui partecipava la splendida ragazza di cui sopra ^_^) che proponevano articoli di artigianato creati da loro: zoccoli, merletti, pizzi, suppellettili, monili.. Oggetti che producono per passione e per tenere viva una tradizione che invece, lentamente, sta andando smarrita. Come se non ne avessimo più bisogno, troppo tesi a guardare avanti, al futuro. E sinceramente mi ha fatto piacere notare come invece proprio i vecchi, gli "inutili" vecchi normali riescano a farle sopravvivere queste tradizioni, queste usanze popolari. E al contempo, sempre in tema anziani, mi ha colpito e fatto piacere osservare il guardiano (sempre se lo è..) del parco degli alpini di padova mangiare con noi. In fondo, sono tra le persone che più di tutte vivono la solitudine. Non lavorando hanno meno contatti con il prossimo, una vita meno dinamica. E se poi non sono in salute...beh...è un casino. Osservando questo tizio di cui ignoro il nome mangiare assieme a noi, 10 ragazzi di 22-26 anni, mi son ritrovato a pensare come basti anche poco per farli sentire un po' più vivi, meno abbandonati. Più partecipi. E contemporaneamente mi sono accorto di dedicare troppo poco tempo ai miei di anziani, ai miei nonni... Infine, un'ultima considerazione che mi sento di fare sugli anziani è di natura pratica. Perchè non creare un circuito di case gestite da anziani? Alla fin fine sono tanti i lavoratori e gli studenti che vivono fuori casa. Visto che per lo più sono gli anziani a possedere le case (la gente di adesso riuscirà a permettersele solo a mutuo estinto...che è tutto dire...) perchè non ospitare studenti e lavoratori? Magari avrebbero compagnia a pranzo o qualche sera. Qualcuno che li ascolta quando hanno voglia di chiacchierare, qualcuno che a loro un po' può provvedere e a cui, a loro volta, possono provvedere sentendosi così un po' più utili al mondo. Uno scambio, in un certo senso. Avrebbero nuovamente un ruolo, qualcosa da fare. Si scrollerebbero un po' di dosso l'etichetta di categoria "inutile" e "invisibile" che sembrano avere. Una cosa stupida in realtà, anche perchè tutti prima o poi saremo anziani. Alcuni addirittura fanno finta di essere meno anziani di quel in realtà sono (basta pensare al nostro giovane ex premier..) mentre certi altri sembrano non invecchiare mai. Semplicemente spariscono dalla scena. O si ritoccano. Soprattutto "le" vips. Mi domando come sarà Jenna Jameson (una a caso) da vecchia...ve la immaginate? Di sicuro sarà scandalosamente ricca...

giovedì 11 ottobre 2007

..:: Notizie sconnesse ::..

Giovedì. Di già. Cavolo se vola il tempo. Ultimamente poi, per quel che mi riguarda, sembra aver accelerato. A momenti non ce la faccio a star dietro a tutto quel che vorrei. Già ora qualche rinuncia e sacrificio lo faccio ma in compenso tutto quel che faccio lo fo perchè mi va di farlo. Perchè sento che va bene così. O almeno, quasi tutto...quello yogurt scaduto che ho mangiato l'ho mangiato si perchè avevo fame ma solo perchè non ho controllato bene la data di scadenza. In effetti aveva uno strano sapore di caffè...e per essersi trattato di uno yogurt all'ananans qualche sospetto me l'avrebbe dovuto far nascere. Sospetti, dubbi e perplessità, ma non analoghi, credo li sollevino anche le notizie riguardanti Don Sante. In fondo, mentre il papa parla di nucleare alla Corea (ma non agli USA...sia mai che abbiano basi anche in Italia...con armi nucleari intendo) lui cerca di portare avanti la propria causa. Io sinceramente, sarà che forse non sono un cristiano doc, non vedo quale sia il problema. Alla fin fine i tempi cambiano, le persone, gli usi e i costumi cambiano. Il vincolo della castità e l'impossibilità di creare nuclei familiari per gli uomini e le donne di chiesa credo siano cosucce su cui la chiesa potrebbe anche rivedersi. In fondo, per certi versi, sono negazioni d'amore no? Così come spererei qualcosa cambiasse in Italia in relazione all'amore a pagamento. E' svilente assai scorgere ragazze di ogni età mettersi in mostra sulle strade di notte. E creiamole ste case chiuse! Togliamole dalle strade, tuteliamole ste ragazze, sottraiamole al giogo delle mafie! E poi tassiamole...Tra l'altro, a proposito di prostitute, com'è finito il caso Mele, deputato dell'UDC? Mah...misteri della fede e di un partito a difesa dei valori cristiani...anche se non è che faccia bella figura tra un Casini (divorziato) che stima molto Dell'Utri (condannato per associazione mafiosa) e il sopracitato Mele che si dedica a festini a base di coca e mignotte...e poi sono in piazza per il family day!! Di ben altra natura l'ultima notizia che riporto (e non si tratta, mi spiace per i fan, della recensione dell'ultimo film di Kelly Madison o dell'annuncio del nuovo numero di One Piece...aaargh....sto male al solo pensiero...quanto ancora dovrò attendere....), ovvero quella sul dottor morte giapponese. Mi ha lasciato un profondo senso di delusione verso l'essere umano. Davvero.

lunedì 8 ottobre 2007

..:: Settimana intensa ::..

Eccomi qua, nuovamente, a scrivere qualcosina sulle pagine di questo blog. Ultimamente non ho avuto moltissimo tempo per dedicarmi alla scrittura, lo ammetto. Son stato impegnato assai, ma ugualmente sono contento. Soddisfatto e...stanco...E' stata una settimana densa di eventi, di corse, di situazioni, di momenti indimenticabili e di intensa attività fisica. O almeno, lo è stata per me visto che non sono mai stato abituato a praticare sport. Di cosa sto parlando? Ma dello stage di Kyokushinkai che si è tenuto nella palestra "La ruota" di Vigonza sabato e domenica scorsi. Svariate ore di allenamento, di esercizi, di tecniche eseguite e rieseguite. Forte, un'esperienza davvero forte che ho apprezzato davvero molto e che mi ha lasciato molto dentro. Non avevo mai preso parte a stage simili e devo dire che ora mi sento soddisfatto. E spronato a darmi da fare per riuscire ancora meglio nei prossimi che verranno. E' strano però. Fino a qualche mese fa nemmeno prendevo in considerazione l'idea di praticare sport, tanto meno arti marziali. Troppo complicato, troppa fatica forse...paura di mettermi in gioco anche...non so bene neanche io quale fosse la causa del mio rifiuto preliminare. Certo, avevo vagamente presente cosa comportasse praticare karate o kung fu (merito di ciò che raccontavano i miei amici e della moltitudine di manga che divoro) però in realtà non avevo presente cosa significasse. L'affinamento della volontà, la ricerca della disciplina, di un'ottima forma fisica, la pratica dell'umiltà, la condivisione, lo scontro anche...tutte situazioni nuove, che mi stimolano assai e che son sicuro mi stanno aiutando a maturare. A crescere. A cambiare. Come per altro già mi sta accedendo in queste settimane grazie ad una persona per me davvero speciale. Una presenza preziosa che sempre più sta divenendo un'esigenza, elemento insostituibile del mio presente. Ma ora sto divagando, come al solito...

giovedì 4 ottobre 2007

..:: Sogni d'acquamarina ::..

Eccomi, davanti al pc, stufo ma comunque felice. Non so perchè ma ultimamente sorrido per niente e ho trovato una certa serenità dentro. Sicurezza ed equilibrio. E per questo mi sa che devo ringraziare soprattutto una persona, una ragazza, capace di farmi stare davvero bene. Ma davvero davvero. E da uno dei suoi (innumerevoli) messaggi vado a recuperare il titolo del post. Mi ero seduto qui con l'idea di scrivere ma senza sapere bene di cosa. Forse dei Dire Straits che sto ascoltando ora, magari accennaando ai LondonCafè che forse vado a sentire domani...E invece no, eccomi a parlare di tutt'altro. Di una piccola banalità che magari poi così poco importante non è. Già, perchè sto scoprendo, grazie a lei soprattutto, che i sogni non sono solamente d'oro come ci hanno sempre fatto credere, ma che esistono moltissime sfumature in realtà. I sogni possono essere qualsiasi cosa noi vogliamo, di qualsiasi forma, materiale, colore e sapore desideriamo. Di smeraldo, di diamante, di dolci carezze. O di acquamarina. . Ora, non lo so se l'abbia detto senza motivo oppure pensandoci su, magari a seguito di qualche sua conoscenza in materia "petrosa" (-> ovvero un piccolo incidente letetrario tra pietra e preziosa). Magari è solo un collegamento che sto cercando io, che voglio vedere io, ma è bastata una piccola ricerca in internet per farmi capire che come pietra, l'aquamarina, tutto sommato è indicata a me. O meglio, a come mi sento io, a quello che cerco ioE' una pietra a cui si associa il significato dell'equilibrio, della cosapevolezza, della comunicazione e sembra che faciliti il raggiungimento della calma e l'abbandono di emozioni negative. Una "pietra" che cercavo quindi e che, per certi versi, direi di aver trovato. Ma ora basta parlare di queste cose che poi stonano con tutto il resto di cui parlo solitamente nel mio blog, nei miei racconti e nei testi che scrivo. Quindi parliamo di...uhm...di Leopardi? Che ne dite? Potrei citare : "Silvia, rimembri ancora / quel tempo della tua vita mortale,/ quando beltà splendea / negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi, / e tu, lieta e pensosa, il limitare / di gioventù salivi? ..." Mah...mi sa che neanche questo testo va bene...non le sento propriamente parole mie...comuqnue vabbè, non avendo altro per la testa di cui dovrei parlare, direi di chiudere qui. Alla prossima, quindi: buona vita!

sabato 29 settembre 2007

..:: Ghost Rider ::..


Titolo: Ghost Rider
Regia: Mark Steven Johnson
Anno: 2007
Genere: Azione
Cast:  Nicolas Cage, Eva Mendes, Wes Bentley, Sam Elliott, Peter Fonda


Oggi ho terminato di vedere il film Ghost Rider. Dico "ho terminato" perchè purtroppo il mio tempo libero è quel che è e quindi riesco a veder i film o gli anime che mi interessano solamente ad episodi. Ora, per carità, non avevo chissà quali aspettative prima di vederlo ma, dopo averlo finito, cavoli, mi vien da chiedermi "peeerchèèèèè? ma peeeeerchèèèèè?". Il fumetto non l'ho letto: poco male, ce ne si riesce a fare un'idea di massima leggendo qualcosa qui . Il personaggio in sè lo trovo carino, davvero. E' un anti eroe in realtà, un condannato, uno che dovrebbe essere malvagio o quasi visto che ospita un'entità demoniaca dentro di sè. In ogni caso, salvabile. Più che salvabile. Il film invece...Ma perchè, dico io, perchè gli sceneggiatori si ostinano a scrivere le trame dopo essersi ubriacati e non dopo? Inconsistente a mio avviso, poco credibile e poco accettabile. E parla uno che di fumetti ne legge, ah, se ne legge. Partiamo dal cattivone di turno, per dirne una. Un imbecille. Questa la definizione che più gli calza a pennello. Un imbecille che ama circondarsi di idioti e che si muove seguendo un piano che sembra esser stato scritto dal panda Mbombu, il terrore di Cantù. E sospetto anche che pure il ghost rider in servizio fino all'arrivo del buon Nicholas Cage sia stato suo compagno di scuola. Al Cepu però. "Posso usare i poteri solamente un'altra volta", spiega a Cage, e quindi se ne va dopo averlo accompagnato nel luogo dello scontro finale. Cioè, te hai sprecato l'unica occasione per far qualcosa di decente della tua vita per indicarmi un posto? E mo te la svigni pure lasciandomi nella pupù? E, non soddisfatto, te ne lavi le mani dopo avermi descritto scenari apocalittici nel caso io fallissi? E considerando che il buon Nicholas Cage che tanto ho apprezzato in Lord of war e The weather men ha acquisito i poteri solo due giorni prima...beh...non ha senso, semplicemente. Ma la chicca a mio avviso è il signor Satana o Mefistofele, non ho capito bene. Surclassa addirittura i poliziotti del film. Al di là che ha un carisma e un fascino appena appena superiori a quelli di un bagigio (e ha vinto solo perchè uno dei giurati non la smetteva di ridere ed è stato abbattuto a colpi di racchette da badminton), io proprio non l'ho compreso. Tra l'altro mi domando cosa faccia lui nella vita al di là di vendere contratti e farsi abbindolare da tutti. 
"Ora ti tolgo i poteri!" "No!" "Ok, non c'è problema. Scusa..". In definitiva, un film disimpegnato e inconcludente che si lascia guardare (ha anche delle belle sequenze, per carità...) ma che io reputo tranquillamente etichettabile come film inutile. Peccato però, perchè il personaggio in sè, come dicevo anche qualche riga più su, meritava maggiori approfondimenti. Un po' come il signor Spawn meriterebbe un film decente...come dite? Come mai cito Spawn? Mah, forse perchè ci sono un po' di somiglianze tra lui e Ghost Rider? Chi lo sa...

giovedì 27 settembre 2007

..:: Vera informazione ::..

...You can't change the world / But you can change the facts / And when you change the facts / You change points of view / If you change points of view / You may change a vote / And when you change a vote / You may change the world...cantavano così i Depeche Mode (e cantano ancora!!) in New Dress. Credo sia un testo molto significativo e molto attuale. Anche in relazione alla notizia che vi segnalo stasera, ovvero la smentita di ciò che vi avevo segnalato ieri. Sul tentativo di furto di alimentari da parte di un pensionato in difficoltà economiche. La cosa originale che vorrei segnalare è che il giornalista che l'ha sparata sarà sottoposto a provvedimenti vari ed eventuali mentre, e qui sta la vera notizia, i media che l'hanno trasmessa (..alcuni dei quali l'hanno arricchita di dettagli e persino di dichiarazioni degli inesistenti protagonisti di un fatto mai accaduto...) no. Il dubbio quindi che mi sorge è: che livello di informazione ci è garantito attualmente? Cioè, se una notizia banale come questa viene edulcorata e arricchita, diciamo così, cosa accade quando si parla di qualche evento più importante? Per esempio, quando si riferiscono bollettini di guerra forniti dall'esercito o interpretazione di fatti. Vedasi le false accuse mosse dai politici contro il V-Day, o la questione (e non se ne parla più) dei rifiuti di Napoli. Secondo alcune fonti il tutto era stato organizzato ad arte dallo Stato stesso per obbligare alla costruzione di inceneritori...Ad ogni modo, è sempre bene stare all'erta e attenti. Potremmo finire col convincerci che false verità siano invece accettabili e reali. E, quindi, tornando alla canzone con cui ho aperto il post, basterebbe questo per farci cambiare il nostro punto di vista, qualche nostra convinzione, a spingerci in una direzione che invece non è la nostra.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...