giovedì 8 novembre 2007

..:: Varie ed eventuali 2 : il ritorno ::..

Va ora in onda: divagazioni senza senso. Ovvero quattro chiacchiere o giù di lì sugli argomenti di cui più mi va di parlare. In primis la morte di Enzo Biagi. Sinceramente lo conoscevo poco ma mi dava l'impresione di essere un vero professionista, un giornalista vero e proprio. Non ho seguito bene gli sviluppi del caso o i commenti dei vari potenti di turno tuttavia alcuni stralci di notizia mi hanno dato da riflettere. Possibile che nessuno si sia ricordato dell'editto bulagaro di Berlusconi? Cioè io spero di si perchè è facile parlare di voce libera, indipendente eccetera ma non dovrebbe esserlo altrettanto scordarsi quel che è successo. Per chi non rammentasse comunque, l'editto bulgaro fu una testimonianza di come la libertà di espressione in Italia sia un concetto vago e poco definito. O meglio, un zinzino legato al potere economico di certi personaggi. Apro una parentesi comunque, il governo Berlusconi non ha agito per niente bene (no no) in merito alla sospensione di Luttazzi, Biagi e Santoro dalla Rai. Però non è che la sinistra si stia dimostrando migliore. Avrebbe potuto richiamarli e invece...in compenso Luttazzi è tornato da poco in tv, su La7. E io mi son già perso la prima puntata di Decameron mi sa. Passando ad un'altra notizia, vi segnalo questo sito sulle Scie chimiche. Non si tratta di scie di crack o qualche altra droga chimica ma di osservazioni e ricerche in merito a strani fenomeni che avvengono nei cieli. Nei nostri cieli. E non è una bella cosa sapere che possono controlloare e condizionare il tempo atmosferico. No no. E speriamo bene che chi di dovere vigili. Al contempo è interessante notare come tra un'intervista ad un politico o ad un altro, tra un po' di sano gossip, tette e scandali vips non riescano a trovare spazio notizie "importanti" come qualche riferimento a potenziali polveri nell'aria che aiuterebbero o meno le nubi a formarsi o la diffusione/creazione di nuove malattie o il condizionamento delle economie alimentari. E da qui a peggio o meglio a seconda della vostra fiducia nell'uomo. Al limite ci penserà qualche catena di Sant'Antonio, mail e mail di gente che scrive a tutto il mondo e oltre per annunciare, ad esempio, l'imminente chiusura dei server a cui si appoggia messenger o della raccolta fondi per questa o quell'altra bimba malata di una malattia ancora non diagnosticata. Catene che spesso sono da guardare con sospetto...magari tenendo d'occhio anche siti come il disinformatico. Che non è, fate bene attenzione, da confondersi con l'informatico ^__^ (scherzo, ovviamente)

PS: prima o poi anche io vorrei tentare l'esperienza a cui s'accinge l'ominide qui a lato. Dev'essere liberatorio assai...

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...