lunedì 5 gennaio 2009

..:: 2009 ::..

Ed eccomi qui, per un nuovo post. Forse uno degli ultimi in questo spazio considerando le mie volontà migratorie... Tra l'altro stavo cercando una bella immagine da inserire per augurare a tutti un felice 2009 ma non son riuscito a trovare quel che cercavo. Tra falliche bottiglie di spumanti che esplodono, fuochi d'artificio e alcune gnokkoline (tra cui una simpatica ragazza di spalle collocata su di una spiaggia tropicale...vicino al suo culetto c'erano solo i numeri 2 e 9....) non ho comunque trovato quel che cercavo.
Anche perchè non sapevo cosa volevo...diciamocelo...
Alla fine ho optato per questa sorta di conto alla rovescia solo che ormai giunge leggermente in ritardo.
Poco male.
Comunque sia, come ve lo siete passati l'ultimo dell'anno? Io ero dalle parti di Nogara, con Silvia e un gruppo di amici. L'intenzione era quella di cenare in agriturismo, all'Anatra felice, e poi muoverci, verso Verona o Mantova ma poi, complice il cenone che si è concluso quasi alla mezzanotte e una simpatica nevicata che ha iniziato alle 8 e ha terminato all'alba abbiamo optato per un po' di sana tranquillità. Anche perchè non eravamo così esperti delle strade locali e già all'andata il Tom Tom ha deciso di condurci nel nulla...
In compenso ce la siamo spassata con la neve, a lanciarci addosso simpatiche pallottole di nevischio e granate di cristalli gelati. Divertente!!
E sull'onda di emozioni "semplici" ho deciso che quest'anno tenterò di vivere più "easy", cercando di non strafare e di concedermi più relax. Di rallentare, ecco, di "vivere" un po' di più. Il 2008, complici anche una serie di cambiamenti apportati alla mia vita, è stato un po' stressante e per questo spero di potermi gustare maggiormente l'anno appena cominciato. Obbiettivi semplici, lo ammetto, che però spero possano portarmi al raggiungimento di altri che mi son prefissi e che nel 2008 sono falliti. A causa dei troppi impegni, delle corse, delle incomprensioni che nascevano dalla mancanza di calma. E spero anche di concludere il mio romanzo "Il consacrato": in questo periodo di ferie ne ho approfittato per lavorarci ma sta ancora lievitando...nascono così nuovi personaggi, nuove sottotrame, nuvoi episodi. Quello che nel 2006 avevo scambiato per un raccontino ("massì, un tris di capitoletti e liquidiamo il tutto..") sta divenendo invece qualcosa di significativo e che, spero, mi riuscirà di finire e pubblicare.
Altro non mi viene in mente per ora. Ma mi verrà.... in ogni caso cercherò di affrontare ogni esperienza con semplicità e disponibilità, un po' rispetto a quanto mi è stato possibile fare nel corso dell'anno appena passato ^__^

PS: visto che bello il "topazzo" di neve che abbiam fatto io e Silvia? Dopo quello in formato mini lasciato a Merano questo è invece un esemplare di tutto rispetto...è pure armato!!!

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...