sabato 4 settembre 2010

..:: Alien Vs Predator 2 ::..

Titolo: Alien Vs Predator 2 (AVPR - Alien Versus Predator Requiem)
Regia: Colin Strause, Greg Strause
Anno: 2007  
Genere: Azione - Sci fi - Horror
Cast: John Ortiz, Steven Pasquale, Johnny Lewis, Reiko Aylesworth, David Paetkau, Chelah Horsdal

La trama in breve:

Il film è il seguito di Alien vs. Predator. Il Predator infetto alla fine del primo film, dà vita al Predalien, metà Xenomorfo (Alien) e metà Yautja (Predator). Questo inizia ad attaccare i Predator nella nave e durante la battaglia un Predator distrugge accidentalmente lo scafo facendo precipitare la loro astronave sulla Terra, nella foresta di Gunnison in Colorado. I Predator muoiono tranne quello che ha distrutto lo scafo e tenta di attivare il dispositivo di autodistruzione sul suo braccio per distruggere tutto, ma viene fermato e ucciso dal Predalien. Dallas Howard nel frattempo, uscito di prigione, torna nella sua città e ritrova i suoi amici. Kelly O'Brien torna dalla sua famiglia dopo aver servito l'esercito. E molti facehugger iniziano a uscire dalle fogne e infettare la gente della cittadina.
Nel frattempo il segnale d'allarme lanciato dalla nave dei Predator raggiunge un pianeta lontano contattando un Predator combattente esperto, il quale si dirige sulla Terra per eliminare ogni traccia di Alien e della tecnologia avanzata dei Predator. Giunto sulla terra il Predator inizia a uccidere gli Alien. Un gruppetto di persone tra cui Dallas e Kelly, tenta di sopravvivere alle due letali specie in lotta. (fonte wikipedia)

Il mio commento:
Pubblico questo post nel tentativo di dare al pubblico ciò che il pubblico vuole. Almeno stando a quanto segnalato nel mio precedente intervento sul blog.
Uhm, ora che ci penso, forse era meglio puntare su Crank o Megan Fox...pazienza...
Ad ogni modo, ho trovato il tempo, la voglia ed il coraggio di vedere questo secondo capitolo della saga "alien vs predator". Coraggio non tanto per le situazioni horror che, in un modo o nell'altro sono previste nel corso della narrazione cinematografica, ma per la decenza del film in sè.
Posso capire che non sempre il materiale a disposizione sia buono e sufficiente a garantire una discreta visione ma, al contempo, dovrebbe sempre esserci l'occasione per un confronto tra sceneggiatori , regista e chi altri PRIMA della realizzazione del tutto. Non DOPO.
In questo caso, un simile momento di analisi non c'è stato ed il risultato è un film adrenalinico, ricco di eventi, ma totalmente insulso e sconclusionato. Soprattutto è il fattore temporale a sollevare ingenti perplessità: in pochi minuti, per dire, spuntano alien ovunque, senza contare la rapidità con cui riscono ad infestare la città in cui si svolgono gli eventi. Anche il viaggio del predator "senior" mi risulta di dubbia durata: probabilmente il pianeta d'origine dei Yautja è più vicino di quel che pensassimo.
D'altra parte, se i nostri esperti della Nasa manco si accorgono che un'astronave precipita su suolo americano, come dire, risulta ben difficile inviduarlo tra gli astri dello spazio infinito.
Comunque sia, gli appassionati del genere e, soprattutto, delle saghe di Alien e Predator, credo siano rimasti piuttosto delusi dal film di cui vi sto parlando. Anche perchè non ha nè capo nè coda e tutto si riduce e "sparamenti", "inseguimenti", "scazzottamenti", "devastazionamenti" et similia. Senza tregua, senza senso, senza remore. Che poi, penso io, perchè il predator senior se ne parte da solo e si muove alla "pene di levriero" al fine di estinguere gli xenomorfi? Perchè invece non gestire la faccenda assieme ad altri suoi simili, magari limitando il perimetro dell'area da pattugliare e bonificare?
Ciononostante non nego di aver parteggiato per lui: stoico, tosto, cazzuto e devastante.  Un figaccione implacabile contro cui nemmeno Chuck Norris, nei giorni migliori, avrebbe potuto nulla. Sfortunatamente il poveraccio è però un po' tocco: perchè darsi tanta pena per eliminare le tracce della presenza aliena su un mondo di primitivi esseri umani e poi scordarsi quel cadavere scuoiato nel bel mezzo della foresta? 
Formidabile anche l'idea dell'ibrido tra Predator e Alien che, teoricamente, era pure femmina. Probabilmente lo scontro finale tra questo essere immondo e l'eroe Yatuja rappresenta uno dei pochi momenti epici del film che, per il resto, mostra solo una sequenza di clichè e situazioni, talvolta, imbarazzanti  e al limite dello splatter.
Due in particolare mi va di segnalarle.
"Fuori c'è un mostro!", dice una bambina dopo aver scorto uno xenomorfo nel giardino di casa;  al chè, il papà la sfotte con "Quale mostro?"..per poi venir aggredito da una bestia immonda e conseguentemente dilaniato sotto gli occhi attoniti della figlioletta che sottolinea la questione con un "quello che ti sta spappolando le carni papà..."... no, aspetta, questo non c'era.
La seconda riguarda invece la sala parto dell'ospedale cittadino che, nell'arco di pochi minuti, diventa una tana aliena con tanto di donne partorienti, architetture mucose ottenute con secrezioni acide (spero..) e schizzi di sangue ovunque. E pensare che nel primo Alien del 1979 ce ne voleva prima che il corpo ospite desse alla luce i pargoli di xenomorfi...
Non si può comunque negare che i registi, alla loro prima opera di un certo rilievo, non ci abbiano provato a proporre qualche scena "nuova" però i risultati sono stati un po' scarni. Peccato. Magari si poteva sfruttare meglio quella della piscina (speravo che l'aggressione arrivasse mentre la biondona e l'altro tipo erano nel bel mezzo dell'amplesso...tra l'altro, da dove caspita è entrata la creatura???) oppure, come già si mormora, lo spazio cosmico: vedremo che accadrà col terzo capitolo della saga. In fondo, nonostante non sia un film imperdibile, questo Alien vs Predator 2 di soldini ne ha incassati (quasi 129 milioni di dollari...), motivo più che valido per realizzare un nuovo episodio della serie (Redemption).
Che tra l'altro, va detto, già dal primo capitolo si confermava un'emerita vaccata biblica...


PS: approfitto di questo spazio per esternare un mio dubbio atavico e profondo: ma le predator femmina esistono? E se sì, come sono? Inizio a sospettare che, se i maschi della specie sono tanto propensi a partire per mondi ignoti a rischiar la vita contro letali creature aliene, le rispettive femmine debbano essere ancor più spaventevoli e ostiche da gestire. Soprattutto quando ci sono i saldi...


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...