martedì 29 novembre 2011

..:: Black Dynamite ::..

Titolo: Black Dynamite
Regia: Scott Sanders
Anno: 2009
Genere: azione, demenziale
Cast:  Michael Jai White, Arsenio Hall, Tommy Davidson, Kevin Chapman, Richard Edson, Salli Richardson

La trama in breve:
Black Dynamite è un ex agente della CIA. Suo fratello viene ucciso da The Man, lo stesso tizio che fa circolare la droga negli orfanotrofi locali e che ha messo in commercio un liquore adulterato. A Black Dynamite il compito di fare pulizia…

Posa plastica e altamente
significativa per il nostro eroe
Il mio commento:
Già vi vedo mentre, scuotendo la testa, vi domandate: "Ma dove li vai a pescare 'sti 'zzo di film?"
E sono certo che dietro a questo interrogativo, più che legittimo, si nasconda in realtà profonda ammirazione e sincera comprensione. Gratitudine, forse. 
Perché non dedicare tempo a opere ben più blasonate e note, sensate quanto meno, se non addirittura significative e artistiche?
Perché proporre commenti su pellicole di dubbio valore artistico, etico e umano?
Ma per ottemperare a ben noti doveri che ho nei vostri confronti, ecco perchè!
Non scordate che ci sono dei vincoli da ottemperare, come se ci fosse un contratto che lega me a voi, "mio" pubblico. Qualcosa di analogo a "quel" contratto firmato, anni or sono, dal nostro caro Silvio e che lo vincolava necessariamente e inequivocabilmente a del sano e quotidiano bunga bunga.
O forse mi sbaglio...mah...
Inutile dire che il letto di BD
è sempre parecchio affollato
Ad ogni modo, visto che dalle statistiche che periodicamente qui propongo si evincono alcune preferenze, cerco semplicemente di assecondarle. 
Motivo per cui mi son sorbito un altro film con Statham e questo Black Dynamite che, in qualche modo, si ricollega a Undisputed 2. Il documentario sui mulini dell'Uzbekistan invece non ce l'ho fatta proprio a reggerlo...
Nel cast e alla sceneggiatura (e già qua alcuni stanno rabbrividendo...) troviamo Michael Jai White, già interprete in Undisputed 2 nei panni di George Chambers.
Scontro di Kung fu...
un po' statico però...
In Black Dynamite impersona invece un macho, ex veterano del Vietnam, ex agente della CIA, esperto di arti marziali, sciupafemmine e chi più ne ha più ne metta, che porta avanti la propria crociata contro la droga, contro The Man e contro il liquore "Anaconda". Liquore adulterato e temibilissimo che ha un effetto collaterale particolarmente ostico: riduce le dimensioni del pene!
Inutile dire che il film rappresenta un prodotto volutamente di serie B, analogo a quanto proposto da Tarantino con Death Proof e Rodriguez con Planet Terror e Machete (coming soon!) e che omaggia le produzioni blaxploitation degli anni 70, film a basso costo con e per un pubblico afroamericano in cui si mescolano storie di periferia, gangster, droga, prostituzione, con tanta azione e anche un po' di sano $e$$o (entro certi limiti ovviamente).
Piccolo incidente di percorso...
Fedele al genere, Black Dynamite propone una storia a metà tra il serio e il non sense, anche se forse tende più verso il demenziale (della serie, ogni volta che entra in scena parte il jingle "Black Dynamite"), con sequenze volutamente mal realizzate o forzate in cui si mescolano azione, sparatorie, combattimenti di (presunto) kung fu e pure belle donne.
Personalmente trovo che il film in questione costituisca un discreto prodotto, godibile a patto che l'atteggiamento mentale dello spettatore sia quello "giusto" ovvero accettare di vedersi proposte situazioni volutamente esagerate, goffe e poco credibili. Alcune trovate a mio avviso sono anche molto carine, come gli effetti boomerang, il cambio di attori nel corso di un "combattimento" oppure il presidente degli Stati Uniti che ricorre ai propri nunchaku presidenziali per contrastare il buon Black Dynamite.
Ebbene sì, ecco a voi
il presidente degli USA...
In termini di fisicità e prestanza, infine, faccio i miei complimenti al buon Michael Jai White sia per la muscolatura che sfoggia, sia per il suo kung fu che per come entra in scena: come anticipa verbalmente l'ispettore di polizia che rinviene il cadavere del buon black, "he's coming..." ^__^
In definitiva, si tratta di un film da guardare se proprio "dovete", se volete distrarvi o se siete vagamente incuriositi dalle produzioni blaxploitation, sia quelle degli anni 70 che quelle più recenti, come ad esempio Jackie Brown (ancora una volta è colpa di Quentin Tarantino).
Se invece ai film preferite gli anime, beh, anche in questo caso Black Dynamite potrebbe fare per voi ^__^


2 commenti:

Marco ha detto...

"..Già vi vedo mentre, scuotendo la testa, vi domandate: "Ma dove li vai a pescare 'sti 'zzo di film?.."

Vedi bene vecchio, vedi bene.

Leonardo Colombi ha detto...

Lo prendo come un complimento ^__^

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...