sabato 19 aprile 2008

..:: I don't understand... ::..

Stavo leggendo Bleach ieri, il numero 24 nello specifico (quello con Grimmjow JeagerJaques) in copertina) quando mi sono accorto di alcune cosucce che nel mondo dei manga e degli anime accade... e che non comprendo.

Qualcosa che si può notare in svariate opere, da Berserk a Kenshin samurai vagabondo, da X a Naruto, da Saint Seiya a One Piece...

Io credo che per la maggior parte dipenda dal Primo Principio di Kenshiro, ovvero un modo di agire che il "Sindaco" di Hokuto ha imposto: prima le si deve prendere dal nemico e poi, in un secondo tempo, picchiare come se non ci fosse un domani.
Il corollario che ad esso si associa prevede che in caso di limitazioni alle proprie capacità o mosse segrete di portata biblica si debba prima far finta di essere brocchi, subire ripetute ferite, e successivamente scatenare il finimondo.
A questo primo principio segue poi il Secondo Grande Insegnamento, derivante questa volta da Dragonball: se in un ambiente immaginario dei personaggi manga potranno muoversi liberamente, allora inizieranno a volare. E a percepire le "aure" dei nemici...oltre che il codice Pin del bancomat e il saldo restante nel cellulare...

Scherzi a parte, perchè molto spesso i personaggi dei cartoni animati volano? Come mai? Posso comprendere se capita a Hulk considerando la potenza devastante dei peti che dovrebbe emettere (mai come quelli di Superman...per coprirlo hanno detto che si trattava di esperimenti nucleari a Mururoa...) ma i personaggi di Bleach, per dire, com'è che dal numero 22 circa iniziano a volare? 
Mah...

E siccome dopo il 2 viene il 3, e fin qua non ci piove, ecco poi che mi permetto di osservare come sia sempre una bella cosa sfruttare il principio del Falso Silenzio, ovvero disseminare qua e là scene in cui un personaggio comprende qualcosa di vitale importanza per lo sviluppo della trama ed esclama: "Ma tu allora....", "Ma questo significa...", "Il suo vero obbiettivo è...", "Oddio! I funghi erano scaduti..." e poi nulla più.
Creare suspance è un arte e soprattutto è un espediente utile e più che sacrosanto per mantenere viva l'attenzione dei lettori però, cavolo, perchè così tanto spesso capitano momenti del genere nei manga?
Davvero...non lo comprendo...
Così come non riesco a capire i piani macchiavellici del mio editore, quelli che utilizza per promuovere le opere che pubblica. Tra cui anche la mia.
Sempre se ne ha uno perchè a quanto pare non ne sono a conoscenza...
D'altro canto, le sue mail di pubblicità arrivano sempre mentre le risposte ai miei quesiti o proposte o perplessità legittime (basti pensare al pasticcio che hanno combinato con le note alla fine dell'opera...mi vien ancora una tale rabbia...) svaniscono nell'oblio.
Salvo poi tornare a rispondere prontamente in caso di ordinazioni...mah...
Non comprendo proprio...
Comunque sia vi comunico che "Condannato - non vita" l'HO segnalato IO su ArteInsieme e su QLibri. Così come su aNobii e alla redazione di ProgettoBabele. *
Spero quindi che pian pianino qualche lettore si faccia avanti, lo compri, lo legga e mi dica quel che ne pensa ^__^
Come ultima cosa che "non comprendo" c'è la mia espressione in codesta foto: perchè Silvia sorride raggiante e io faccio il "perplesso"??? Però siam venuti fuori bene...certo, con la Lega al governo foto del genere non dovrei farle girare più di tanto però a me piace...davvero davvero ^__^



PS: devo prendermi una macchina fotografica digitale...consigli??

PSS: ringrazio chi l'ha già fatto (°__°) e rilancio: continuate a sostenermi al concorso Parole in volo, vi prego!!

Note * : sulla segnalazione su ArteInsieme avrei un simpatico aneddoto su quel che è accaduto con Runde Taarn edizioni...

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...