giovedì 14 agosto 2008

..:: Umbria!! ::..

Ed eccomi qui, di nuovo a casa, dopo qualche giorno trascorso nella verdeggiante Umbria. Io e Silvia abbiamo scelto di soggiornare in questa regione d'Italia - diciamocelo - un po' per caso: un paio di giorni da una parte assieme a due amici, e qualche altro giorno in un agirutismo un po' più a sud.
Ma andiamo con ordine.
L'Umbria non la conoscevo minimamente ma in qualche modo la ponevo sullo stesso livello della Toscana, per storia, per arte, per paesaggio...per cucina. Che io sappia non è mai stata meta di particolari masse di turisti, anzi. Tranne in qualche raro caso credo che il numero di visitatori di Milano (per i motivi più disparati) sia sensibilmente superiore al totale dei turisti che si recano in Umbria. Peccato, anche perchè tra parchi e borghi arroccati sulle colline merita veramente.
Nonostante i pochi giorni a disposizione siamo comunque riusciti a visitare parecchi posti e scattare una quantita significativa di foto. I 2 giga della memory card non sono stati sufficienti...ne è servita un'altra. Riempita solo parzialmente ovviamente.
Da venerdì a domenica, io, Silvia, Filo ed Elena eravamo ospiti presso "La terrazza del castello" a Castel S. Felice, un piccolo borgo situato vicino a S.Anatolia di Narco, poco distante da Spoleto per intenderci. Non è stato facile trovare il posto a dire il vero: l'Umbria non è perfetta dopotutto e quanto a illuminazione e segnaletica stradale, beh, lascia un po' a desiderare certe volte, in particolare non appena si esce dalle strade principali. Tra l'altro, i borghi umbri sono una sorta di "novità" per il sottoscritto: qui in Veneto un "paese" è un centro abitato con qualche migliaio di abitanti. Nei borghi invece ci stanno anche solo poche decine di abitanti. Ad ogni modo, Castel San Felice è molto caratteristico, un posto tranquillo e piacevole da girare. Da lì poi è facile raggiungere altri luoghi di interesse. Noi, non potendo visitare tutto, ne abbiamo approfittato per andare a Gubbio, a Spoleto, a Trevi, alle fonti del Clitunno (vicino a Pissignano), a Norcia e a Cerreto di Spoleto. Scheggino invece l'abbiamo eletto invece a borgo "pa magnà": siamo andati lì a cenare sia venerdì che sabato...ah quanto bene si mangia in Umbria...credo di aver messo su 20 kili in pochi giorni...
Comunque, in merito ai posti che abbiamo visitato, che vi posso dire? A Gubbio ci siamo fermati per mangiare e per sgranchirci le gambe soprattutto. Siamo rimasti lì circa un paio di ore, tre al massimo, ma siamo riusciti comunque a veder qualcosa e a farci un'idea del posto. Magari visitandolo con più calma avremmo apprezzato di più ma...amen...Analogamente a Spoleto: di posti da visitare ce ne sarebbero stati parecchi ma come sempre, il tempo è tiranno sauro. Per qualche strano motivo comunque l'ho sentita molto vicina a Castelfranco: tante vetrine di negozi, abbigliamento soprattutto (e saldi...e con due donne al seguito immaginate che è successo...) e gente giovane e "tirata". Alcune anche un po' troppo...Le fonti del Clitunno invece sono state una sopresa: non condivido la politica di gestione di codesta risorsa naturalistica ai fini del turismo, secondo me si può far di più e meglio, tuttavia è un bel posto, rilassante e placido. Umido. Tutt'altra cosa rispetto a Trevi in cui siamo stati nelle ore più calde della giornata. Una città quasi totalmente di pietra, quasi deserta, ma caratteristica e piacevole da girare. Si mangia pure bene ma, attenzione alla pasta alla "trevana": piccaaaaaaa!! (e io non pensavo così tanto...). Norcia invece è un po' più turistica e "spirituale" al contempo come città. Città, ecco, e non borgo rispetto agli altri posti che abbiamo visitato. Curioso che poco distante dalla porta (sud? nord?) del paese ci fosse un cartello che indicasse "Ottobeuren" alla comoda distanza di 973 km °__°
Da domenica a mercoledì invece siam rimasti in due (eheh...), io e Silvia, ospiti presso "La Ciriola" a Piediluco. Situato nei pressi dell'omonimo lago, a poca distanza da Terni e da Marmore, si è rivelato una placida oasi di tranquillità. Ne abbiamo quindi approfittato per rilassarci, per un giro del lago, per visitare i paesini limitrofi (Arrone e Buonacquisto), il parco di Villalago e, ovviamente, le Cascate delle Marmore. Splendide!!!! Davvero magnifiche da visitare, da filmare e da catturare in foto!
Che altro dire quindi se non consigliarvi di trascorrere qualche giorno in Umbria? Come? Si, mi pagano per fare pubblicità....in ogni caso, se ci andate, non commettete il mio errore: portatevi dietro del digestivo...ve ne servirà...si mangia tanto e troppo bene...
E rullini o memoria per le macchine fotografiche. Sarà che poi io mi diverto anche a filmare la cavolate o che con Silvia "perdiamo" tempo a fotografarci in posa o con facce buffe, però son rimasto stupito delle potenzialità che offrono le "macchinette digitali". Così come rimango sorpreso dalla capacità di sopportazione della mia ragazza, soprattutto quando la notte russo come se non ci fosse un domani...in ogni caso son contento, non tanto perchè la mia permanenza fuori casa si è conclusa e il giorno del mio ritorno al lavoro invece si appropinqua, ma per quanto vissuto lì in Umbria, soprattutto assieme alla ragazza che preferisco e che scopro di amare ogni giorno di più ^_^
E ancor di più per l'assenza di zanzare...maledette....

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...