venerdì 2 ottobre 2009

..:: Consiglio comunale Trebaseleghe 30/09/09 ::..

Questo post voglio dedicarlo al consiglio comunale che si è tenuto a Trebaseleghe il 30 settembre scorso, cercando di risultare il più asettico possibile, col solo obbiettivo di riepilogare quanto sentito con gli occhi di un cittadino qualunque. E per un cittadino qualunque.
Prima di cominciare, qualche premessa.

Il precedente si era tenuto a inizio agosto e, a dire il vero, doveva essercene un altro intermedio visto che in quell'occasione il punto del giorno relativo al "bilancio" era stato inserito ma senza fornire la documentazione necessaria all'opposizione. Pertanto, essendoci un vizio di forma, era stato deciso che ci si sarebbe tornati su. Cosa che, in effetti, è avvenuta l'altra sera. Senza però lo slide che l'altra volta era stato utilizzato.

Non sono ancora disponibili però i verbali precedenti per problemi tecnici nella trascrizione di quanto discusso e deciso: noi con le bobine e i nastri usati.... uhm...pensavo che ci fosse qualcosa di più informatizzato...
Quanto alla presenza e alla partecipazione delle varie forze politiche:
  • Lega Nord : a mio avviso poco incisiva e presente. Poco coesa anche. Un solo intervento degno di interesse su cui però la maggioranza ha parzialmente glissato (si parlava anche del contenzioso nato a Sant'Ambrogio in merito a manovre eseguite dalla passata amministrazione Tosetto)
  • Insieme per Trebaseleghe : già meglio rispetto all'altra volta però, a mio avviso, sarebbe meglio si evitassero certi interventi (battutina su Berlusconi, paragone tra informatizzazione e taglio dei cigli stradali...) o, comunque, li mirasse di più. Idem per l'uso del dialetto: meglio l'italiano.
  • Il Paese che vogliamo : senza dubbio la parte più vitale e attiva dell'opposizione, incisiva e puntuale. Non mi sono piaciuti però il gioco del rimpiattino a cui non si è comunque sottratta e certe provocazioni mosse alla maggioranza
  • Il popolo della libertà: bene per quanto riguarda la partecipazione attiva di 2-3 elementi, Zanon, Tosetto e Righi, quasi assenti gli altri. Non mi è piaciuto il fatto che qualcuno debba per forza "alzare la voce" per farsi capire nè trovo sensati gli atteggiamenti melodrammatici che in più di un occasione hanno alimentato il "rimpiattino" di cui sopra o che hanno coperto la mancata risposta ad alcune domande. Occhio poi ai toni e agli insulti generici che, inevitabilmente, si estendono a tutti i cittadini di Trebaseleghe presenti in sala. Da segnalare poi il comportamento di Righi, lucido e pacato a differenza di un suo compagno XXL, decisamente più infervorato: nasce comunque il dubbio se l'assessore sieda tra le fila del partito giusto.
Ultima postilla in merito al moderatore: a mio avviso sarebbe più adatto al ruolo qualcuno in grado di tenere a freno anche gli assessori e i consiglieri più focosi. Meglio ancora qualcuno di indipendente dalle forze politiche presenti e che sappia far rispettare certe dinamiche (se qualcuno rivolge delle domande ad un altro, sarebbe meglio che non ci fosse un terzo elemento che si intromette per far la voce grossa...).


L'Ordine del Giorno del consiglio comunale prevedeva 
esattamente 10 punti.

L'ordine con cui sono stati proposti però credo fosse funzionale ad un certo show piuttosto che ad informare veramente la cittadinanza. Le discussioni nate in merito ai primi tre punti hanno infatti occupato i partecipanti per almeno due ore e tre quarti. I restanti 7 punti sono stati sbrigati in meno di un'ora (tra l'altro...durante la disamina di questi punti è sparito l'assessore del bilancio...).
Certo, alcuni di questi avevano una valenza poco significativa, ma comunque potevano essere posti prima od organizzati diversamente.
In fondo, sapere che la viabilità viene modificata, che ci sono dinamiche in atto all'Ulss, nuove lottizzazioni di terreni e interventi a favore dell'edilizia "sostenibile" potrebbe comunque interessare.
In merito a questi punti, mi sento di fare solamente brevi riflessioni.
  1. Se si va a modificare la viabilità di alcune strade, lo si fa con soldi e capitali preventivati o aggiungendo nuove spese al bilancio? Spero comunque che sia una priorità per Trebaseleghe. (tenete a mente questo discorso per ora)
  2. Concedere di apportare modifiche ad abitazioni ed edifici aziendali in autonomia, o comunque bypassando certi vincoli che già ci sono, può essere una cosa buona e giusta come un'arma a doppio taglio. Sono rimasto allibito di fronte all'ingenuità dimostrata dalla maggioranza nell'ipotizzare il comportamento delle aziende: ovviamente nessuno si approfitterà della situazione per farsi i propri comodi al limite dell'abusivismo...
  3. Nuove lottizzazioni: so che il PdL di Trebaseleghe è moooolto legato al mondo dell'edilizia ma siamo sicuri che costruire nuove case (miniappartamenti) sia un'idea vincente? Siamo in periodo di crisi, la gente non ha lavoro, quindi non ha modo di guadagnare molto e di fare progetti di investimento in case e abitazioni.... Comunque sia, se si costruisce e qualcuno viene ad abitare, allora la popolazione di Trebaseleghe crescerà. E se crescerà avrà bisogno di serivizi. Ma visto che il bilancio del nostro paese è disastroso come affermano Tosetto e soci, pardon, Zanon e soci, allora non si riuscirà a garantire granchè in termine di servizi, rendendo l'abitabilità a Trebaseleghe poco appetibile...
Torniamo ora all'ordine del giorno.
Il primo punto prevedeva le classiche "comunicazioni, interrogazioni, istanze di sindacato ispettivo". Mi ha fatto piacere che le minoranze abbiano portato all'attenzione della maggioranza richieste effettuate dalla cittadinanza e spero che anche la maggioranza abbia portato all'ordine del giorno questioni richieste dalla cittadinanza. Sto insinuando, lo so, però non ho mai sentito ammettere da Zanon e soci qualcosa del tipo "i cittadini ci hanno chiesto..."
Alla richiesta di spiegare cosa è stato fatto in questi 3 mesi circa di governo sono nati i primi battibecchi.
Non sono arrivate risposte precise però.
Si è accennato, con toni piuttosto melodrammatici, al fatto che sono stati rivisti i bilanci, i conti pubblici e che siamo in una situazione disastrosa.
Come Silvio dixit dopo essere subentrato al governo Prodi, quando il debito pubblico era al 106%. Ora siamo attorno al 115%....
Di conseguenza son scattati discorsi del tipo "anche se averemmo voluto mantenere quanto promesso, purtroppp.... Alcune cose però saranno fatte, sia chiaro, non ora ma saranno fatte".
Saranno contenti gli elettori, immagino.
Poi uno ripensa alla modifica della viabilità...mah...
In compenso sembra che in questi 3 mesi si sia analizzato ben bene il bilancio: cosa che mi fa piacere.
Argomento che ha interessato direttamente i punti 2 e 3 dell'OdG.

Peccato che u
n'esposizione precisa e "tecnica", ma tecnica veramente, avrebbe aiutato. Bastava anche una slide, nulla di più, magari realizzata dallo stesso assessore. Come l'altra volta, ecco. Anche perchè quando si parla di dati e di numeri, i tecnici solitamente scrivono: è questione di oggettività e di chiarezza.

Tra l'altro, visto che "ogni giorno sono emerse cose che voi cittadini non potete neanche immaginare" mi sarebbe piaciuto riscontrarle su carta: qualcosa del tipo "ad agosto credevamo che oggi invece sappiamo che". Per capire, solo questo. Dopotutto esistono anche spese impreviste o situazioni dispendiose inattese, no? Ma soprattutto, se c'è stata dell'incompetenza o si son fatti degli errori, che si sappia.
Invece a me è rimasta la confusione e, probabilmente, rientro nella categoria di "quelli che fanno perder tempo e che non capiscono niente di niente".
Comunque, quello che ho intuito del bilancio (ero troppo vicino agli altoparlanti...), è questo:
  • stiamo parlando di bilancio "preventivo" (approvato nel dicembre del 2008) e non consuntivo: per cui solamente al 31 dicembre sapremo
  • erano previsti degli introiti derivanti da oneri edilizi per circa 1.4 milioni di euro invece siamo a quota 893 mila
  • c'è un buco di 1,5 milioni di euro (che non è dato sapere a cosa si riferisce)
  • abbiamo un disavanzo di 280 mila euro (...??? ma se c'è il buco???)
  • c'è il problema del gas (forse è il buco di prima...)
  • sono state tagliate spese per ridurre il preventivo da 1.4 milioni a 1 milione di euro. I tagli hanno interessato prevalentemente l'area della ex biblioteca e interventi per le scuole elementari delle frazioni (in ogni caso, 893 mila + 280 mila = 1173 mila...per cui, volendo, qualcosa si poteva preservare)
  • la fiera non ha portato nè spese nè guadagni al paese: è solamente uno degli eventi principali di Trebaseleghe e il suo esito non riguarda il bilancio...
  • la consulta giovani non avrà più una sede come invece previsto
L'aspetto del gas rimane comunque ancora poco chiaro, almeno nelle esposizioni.
Da quel che è stato fatto capire la passata amministrazione è capitata nel momento in cui scadevano i termini per la gestione trentennale della rete del metano. Quindi ha dovuto fare un bando pubblico per riassegnarla: sono arrivate due offerte, una di 1.6milioni da Ascopiave e una di circa 5milioni da parte di E.on, azienda che già ce l'aveva in gestione.
Da quel che sembra, l'appalto era stato quindi assegnato ad Ascopiave (cioè, era stato scelto di pagare 1.6 milioni anzichè 5): ne è conseguito un ricorso al Tar del Veneto da parte di E.on e il Tar ha dato ragione a Trebaseleghe ordinando a E.on di "mollare l'osso".
Ne è nata poi un'altra causa e ora il comune è impegnato a difendersi. Se va male si devono sborsare 3.4 milioni anzichè 1.8, cioè una sorta di media tra le due offerte poichè E.on riteneva inadeguata l'offerta di 1.8 milioni per il riscatto (eventualmente leggete pure qui...).
Quindi, sta cosa viene additata come pericolo incombente per il futuro del paese e fonte di veemente attrito tra opposizione e maggioranza, entrambe coinvolte all'epoca della passata amministrazione nella gestione della problematica.
In ogni caso, anche se non capisco niente di niente, rimane pur vero che si tratta di spese future e che non rientrano nel bilancio preventivo attuale. Cioè, gli eventuali 1.8 milioni extra da sborsare per raggiungere i famigerati 3.4 milioni, andranno a rallentare il preventivo di spesa per il prossimo anno (e futuri), ma non inficiano quello attuale.
In compenso, nel marasma di insulti e attacchi che ne è nato, sono venuti meno altre due questioni importanti.
O almeno, questa la mia impressione:
  • quali sono gli investimenti che si intende affrontare per il periodo 2009-2011? Non se ne è parlato o, se se ne è parlato, è stata una cosa rapida e indolore
  • quali sono le strategie per coprire il bilancio? Cioè, passi per sti buchi e la spada di damocle gassosa ("siamo alla canna del gas....ah ah...", dixit qualuno. "Che cazzo c'è da ridere mi domando io, il culo ce l'abbiamo qui entrambi no? A prescindere da chi h
    a colpa") che ci pende sulla testa, ma come ne usciamo? Come si rilancia l'economia di Trebaseleghe? Idee, iniziative, nuove fiere? Un bel concorso di miss maglietta bagnata? Un cinema a luci rosse? Solamente tagli? Compravendita di gratta e vinci?
La risposta sembra arrivare dalla variazione del PAT , principalmente perchè ci son troppi pochi metri cubi a disposizione per costruire, e dalla lottizzazione di nuove aree di Trebaseleghe (anche se nel PAT non c'erano metri cubi a sufficienza).
Temo comunque che la crisi non si risolva solamente con l'edilizia.
Ad ogni modo, a mio avviso, non sono stati espressi progetti "precisi" e concreti, solo accenni a variazioni e varianti. Tutto generico, insomma, e la cosa mi insospettisce perchè o tutti già sanno (e io no....possibilissimo...) oppure, temo, si stia tentando di portare avanti interessi di pochi.

In conclusione ci son stati tanti interventi e tanti discorsi, molti input e spunti di riflessione.
Vedremo ora come si procederà ma, mi auguro, al meglio ^_^

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...